Certificazione ritenute d’acconto 2011

di Stefania Russo Commenta

Entro la fine di febbraio 2012 ciascun sostituto d'imposta che nel corso del 2011 ha corrisposto dei compensi assoggettati a ritenuta d'acconto deve consegnare ai soggetti percipienti una dichiarazione...

Entro la fine di febbraio 2012 ciascun sostituto d’imposta che nel corso del 2011 ha corrisposto dei compensi assoggettati a ritenuta d’acconto deve consegnare ai soggetti percipienti una dichiarazione dalla quale risulti il totale delle ritenute effettuate nell’anno 2011.

Tale dichiarazione viene redatta in forma libera e deve contenere i dati del sostituto d’imposta e del lavoratore percipiente, la natura del compenso, il totale delle somme corrisposte e delle ritenute operate e versate. Per effettuare tale dichiarazione può essere utilizzato il modello certificazione ritenuta d’acconto.


Sono tenute ad effettuare le ritenute e ad emettere la relativa certificazione le società di capitali e gli enti equiparati soggetti ad IRES, le società di persone e le associazioni, le persone fisiche che esercitano imprese commerciali o imprese agricole, le persone fisiche che esercitano arti e professioni, il curatore fallimentare e il commissario liquidatore.

I dati risultati dalla certificazione verranno poi utilizzati dal sostituto d’imposta per la compilazione del modello 770/2010, mentre i soggetti percipienti in sede di dichiarazione dei redditi potranno scomputare l’importo dall’Irpef lorda.

La certificazione delle ritenute d’acconto non va effettuata qualora i soggetti percipienti sono dei lavoratori dipendenti o dei collaboratori a progetto, in quanto in questo caso l’adempimento verrà assolto con la consegna del modello CUD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>