Agenzia delle Entrate, in autunno l’arrivo delle lettere di compliance

di Fabiana Commenta

L’arrivo dell’autunno porta anche l’arrivo delle lettere di compliance su spesometro e dati fatture che verranno inviate dall’Agenzia delle Entrate. 

È la prima volta che arrivano avvisi bonari da parte dell’Agenzia dopo aver riscontrato delle anomalie relative all’adempimento per l’anno di imposta 2016 e per l’anno di imposta 2017: obiettivo delle lettere è invitare i contribuenti a regolarizzare le anomalie riscontrate attraverso l’iter del ravvedimento. 

Si parla di invii distribuiti in tre diverse tranche che fanno riferimento a circa 380 mila lettere destinate a coloro che per l’anno di imposta 2014 non hanno dichiarato redditi relativi. 

A novembre è previsto l’invio di lettere per i contribuenti che nonostante abbiano ricevuto più certificazioni uniche non hanno mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi in riferimento all’anno di imposta 2017.

L’annuncio del recapito delle lettere arriva Ernesto Maria Ruffini, ex direttore dell’Agenzia delle entrate nel corso del suo bilancio di fine mandato. 

Per facilitare gli adempimenti dei contribuenti e l’interazione con l’Agenzia, sottolinea il documento, si è provveduto anche a rinforzare l’assistenza presso gli uffici territoriali e l’assistenza telefonica tramite i Centri di assistenza multicanale e tramite il servizio online Cassetto fiscale grazie al quale il contribuente avrà a disposizione i chiarimenti relativi alla lettera ricevuta e alla dichiarazione integrativa precompilata o prospetto «precompilato per provvedere al ravvedimento operoso. 

È previsto anche il ravvedimento precompilato per tutte le lettere di compliance dei soggetti titolari di reddito di impresa e lavoro autonomo che lo scorso fine giugno avevano ricevuto l’ultimo avviso per non aver presentato la dichiarazione Iva per il periodo di imposta 2017: anche per loro ci sarà ancora la possibilità di potersi mettere in regola effettuano l’adempimento entro il 30 luglio e usufruendo di pagamenti delle sanzioni ridotte. 

FISCO, COME ADERIRE AL RAVVEDIMENTO OPEROSO

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>