Istat, la disoccupazione sale, ma non per i giovani

di Fabiana Commenta

La disoccupazione in Italia sale, ma non per i giovani: a gennaio 2018  l’Istat ha rilevato che il tasso di disoccupazione è arrivato all’11,1%, registrando un +0,2 punti percentuali rispetto a dicembre. Sembra però che si registri un calo di 0,6 punti percentuali se confrontato con lo stesso mese del 2017.

L’istituto di statistica conferma che l’aumento di disoccupazione colpisce indistintamente donne e uomini di tutte le classi e di tutte le età. Scende dello 0.6% (-83 mila) il numero degli inattivi di età compresa fra i 15 e i 64 anni, ma la diminuzione sembra interessare sopratuttto le donne e i giovani 15-24enni

Scende anche il tasso di inattività che si attesta intorno al 34,5% con -0,2 punti percentuali).

È il tasso di disoccupazione giovanile, di età compresa fra i 15 e i 24 anni a scendere a gennaio scende attestandosi intorno al 31,5%, -1,2 punti percentuali rispetto a dicembre e di 6 punti percentuali rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Un dato, secondo l’stat che è il più basso registrato da dicembre 2011. 

I dati Istat confermano anche che la stima degli occupati torna anche a crescere (+0,1%, pari a +25 mila rispetto a dicembre) con un tasso complessivo di disoccupazione in aumento al al 58,1%, +0,1 punti percentuali.

Aumenta il numero dei dipendenti a tempo determinato, cala il numero di permanenti e indipendenti. L’Istat rileva che nel corso del trimestre novembre-gennaio l’occupazione rimane più o meno stabile rispetto al trimestre precedente calcolando anche l’aumento soprattutto degli occupati ultracinquantenni (+335 mila) ma anche i 15-24enni (+106 mila), mentre calano i 25-49enni (-285 mila). Diminuiscono nello stesso periodo i disoccupati (-4,9%, -147 mila) sia gli inattivi (-0,6%, -75 mila).

ISTAT, DISOCCUPAZIONE IN CALO E INATTIVI IN AUMENTO

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>