Home » Rc auto, nuovo sito truffa segnalato dall’Ivass

Rc auto, nuovo sito truffa segnalato dall’Ivass

Spread the love

àˆ ancora online a distanza di qualche giorno dalla segnalazione dell’Ivass: si tratta del sito assicurazionifast.com l’ennesimo esempio di truffa nel mondo delle assicurazioni auto online.

La segnalazione dell’Ivass ha messo in evidenza la presenza di questo falso sito che millanta un rapporto società  Helvetia: rapporto assolutamente falso visto che la società  ha disconosciuto qualsiasi rapporto con il sito stesso. 

ivass, rc auto

Il rischio quindi èdi contrarre una polizza assicurativa assolutamente falsa che non corrisponde a nulla e senza essere effettivamente assicurati: nonostante compaia il numero di iscrizione al Rui, il registro unico degli intermediari,  si tratta di un numero che non corrisponde a nulla. 

L’Ivass ricorda ancora che prima di sottoscrivere i contratti èbene controllare che siano regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività  assicurativa e di intermediazione assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it.

Anche stavolta la truffa funzionava come di consueto: il nome della compagnia ricorda quello di una società  pi๠famosa, ma promette preventivi decisamente pi๠bassi. E dopo aver ricevuto un preventivo molto prezzo molto basso, i clienti decidono di pagare finendo vittime di una maxi truffa. 

Solo dall’inizio di febbraio l’Ivass aveva segnalato la presenza di quattro siti truffa, directlinecerca.com, carinsurance2000.it e assicuratriceunione.it. che sono stati chiusi. Tutti e tre i siti in questione utilizzavano l’identità  di intermediari regolarmente iscritti al registro che erano del tutto ignari della loro esistenza. 

L’Ivass ricorda che èpossibile poter consultare l’esistenza di compagnie assicurative e sull’elenco direttamente su www.ivass.it il sito che riporta tutti i nomi delle imprese italiane e degli Elenchi delle imprese estere che sono ammesse ad operare e lavorare in Italia.

 

photo credits | thinkstock