Fisco e tasse, le novità introdotte nel 2019

di Fabiana Commenta

Dall’ecotassa al bonus casa, dalla fatturazione elettronica alla flat tax, ecco alcune delle misure relative al nuovi fisco del 2019 che entra in vigore nel nuovo anno con l’approvazione delle legge di bilancio.

prelievo,paradiso fiscale, soldi, dichiarazioni

AUTO ELETTRICHE: confermato lo sconto per chi acquista auto meno inquinanti con un contributo di 6 mila euro per chi rottama l’auto e compra un’elettrica nella fascia di emissioni 0-20 grammi/km di Co2 mentre per la fascia di 21-70 grammi/km di Co2, il contributo scende a 2.500 euro. E senza rottamazione, l’incentivo scende a 4 mila e a 1.500 euro di sconto. 

BIRRA, TAGLI A MICRO BIRRIFICI: scende da 3 a 2,99 euro ad ettolitro l’accisa per la birra

BONUS CASA ED ENERGIA, CAPANNONI: vengono rinnovati per il prossimo anno l’ecobonus, il sisma bonus, il bonus giardini, il bonus mobili.

ERRORI FORMALI: prevista la possibilità di sanarli con un versamento di di 200 euro.

E-FATTURA: da 1 gennaio 2019 tutte le partite Iva dovranno emettere fatture elettroniche. Restano esclusi i contribuenti forfettari, le farmacie e gli operatori sanitari, alcuni agricoltori e le ass.sportive dilettantistiche. 

ECOTASSA SU AUTO: prevista l’ecotassa per l’acquisto delle auto più inquinanti, salvate le utilitarie e l’introduzione di quattro fasce e un balzello da 1.100 a 2.500 euro.

FLAT TAX: applicata solo per le partite Iva che possono aderire ad un regime forfettario del 15% fino a 65 mila euro e, dal 2020, del 20% sulla quota fino a 100.000 euro. 

GIOCHI: confermata l’imposta unica sui pronostici e sulle scommesse.

IVA, STOP AUMENTI 2019, RIPARTONO DA 2020: non ci saranno gli aumenti Iva del 2019, ma scatteranno dal 2020 con l’Iva ordinaria che passa al 25,2%, per poi salire al 26,5% nel 2021, e l’Iva ridotta che sale dal 10 al 13%. 

SANATORIA LITI E ACCERTAMENTI: è possibile mettersi in regola ripresentando la dichiarazione entro il 31 maggio 2019, versando le imposte, senza sanzioni e interessi, in un’unica rata o in venti rate trimestrali. 

ECOSCONTO PER MOTO ELETTRICHE: ecobonus anche per le due ruote con 3.000 euro per l’acquisto di un motorino elettrico o ibrido e un contributo, fino al 30% per chi rottami una moto di cilindrata inferiore o superiore ai 50 cc.

NO PROFIT: cancellata l’Ires ridotta per gli enti non commerciali con l’aliquota che passa dal 12 al 24%.

PENSIONATI: tasse al 7% ai pensionati che scelgono di venire in Italia dopo esser stati almeno 5 anni fuori e si trasferisce in piccoli Paesi sotto i 20mila abitanti delle regioni del Mezzogiorno.

RIMESSE DI DENARO ALL’ESTERO, MONEY TRANSFER: per i trasferimenti fuori dall’Ue oltre i 10 euro, si pagherà l’1,5%.

SALDO E STRALCIO, SI PAGA 16%, 20%, 35%: se con i Isee entro i 20mila euro, è possibile ottenere lo stralcio delle cartelle per omessi versamenti di tasse o contributi tra il 2000 e il 2017 con tre diverse percentuali: il 16% con Isee entro 8.500 euro, il 20% con Isee fino a 12.500 euro e 35% con Isee fino a 20mila euro. Il debito va sanato senza sanzioni e interessi, in un’unica soluzione, entro il 30 novembre del 2019 o in 5 rate.

SOCIETA’: MINI IRES A CHI REINVESTE: l’Ires scende dal 24 al 15%. 

ROTTAMAZIONE TER: consente di pagare quanto dovuto senza sanzioni e interessi con 10 rate da versare in cinque anni.

SCONTRINI ELETTRONICI: A partire da luglio per i grandi contribuenti e dal primo gennaio 2020 per tutti, diventa obbligatoria la trasmissione e la memorizzazione telematica degli scontrini.

TARTUFI E FUNGHI: arriva la regolamentazione del regime fiscale dei raccoglitori occasionali di “prodotti selvatici non legnosi” e piante officinali spontanee.

TASSA DI SBARCO A VENEZIA: tutti turisti che non pernottano (e non pagano la tassa di soggiorno) dovranno versare un ticket da 2,5 a 5 euro per entrare in città.

WEB TAX SU VENDITE ONLINE: web tax del 3% per le imprese con oltre 750 milioni di fatturato di cui 5,5 milioni almeno prodotti online, anche la pubblicità.

ZERO TASSE: cancellate le cartelle sotto i mille euro che sono state emesse tra il 2000 e il 2010.

LEGGE DI BILANCIO, ARRIVANO LE NOVITA’

photo credits | think stock

Rispondi