part time agevolato, pensione

Riforma delle pensioni, I nuovi requisiti di accesso

Con la riforma delle pensioni arrivano anche i nuovi requisiti di accesso a quota 100: l’Inps ha pubblicato la circolare con le tutte le istruzioni applicative per l’accesso alla pensione anticipata, alla pensione ‘quota 100’, alla pensione ‘opzione donna’, alla pensione in favore dei lavoratori cosiddetti precoci, ma anche in materia di assegni straordinari dei fondi di solidarietà  e prestazioni di accompagnamento alla pensione. 

part time agevolato, pensione

Pensione quota 100: l’Inps ricorda che èpossibile accedere al raggiungimento, nel periodo compreso fra il 2019 e il 2021, con età  anagrafica non inferiore a 62 anni e un’anzianità  contributiva non inferiore a 38 anni, anche cumulando i periodi assicurativi non coincidenti presenti in due o pi๠gestioni fra quelle indicate dalla norma ed amministrate dall’Inps. 

Quota 100, come funziona la riforma delle pensioni

Approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri il decretone che consente il via libera non solo al  reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle da sempre, ma anche alla riforma della pensioni e a quota 100, cavallo di battaglia della Lega in campagna elettorale. 

Con quota 100 non c’ènessuna penalizzazione e nessun taglio, sarà  una libertà  di scelta. 62 anni e 38 anni versamenti senza penalizzazione ed èsolo il punto di partenza, l’obiettivo èquota 41.

Ha spiegato Salvini, ma come funziona la riforma? 

Possibilità di prepensionamento in caso di doppio lavoro

La proposta Polverini per la riforma delle pensioni

La Polverini ha proposto un disegno di legge per la riforma pensioni che mira a ridurre le penalizzazioni per chi esce dal mondo del lavoro con qualche anno d’anticipo e instaura un meccanismo premiante per alcune fasce della popolazione, per esempio per le donne e mamme lavoratrici. 

Chi puಠaccedere alla pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi

La riforma delle pensioni targata Fornero ha innalzato a 20 anni di contributi il requisito per ottenere la pensione di vecchiaia.

Esistono perಠdelle particolari categorie di lavoratori, puntualmente indicate dalla circolare Inps n. 16 del 1° febbraio 2013, che maturano il diritto alla pensione di vecchiaia sulla base dei requisiti contributivi previsti precedentemente all’entrata in vigore della suddetta riforma, ovvero con 15 anni di anzianità  contributiva.

Requisiti lavoratori salvaguardati riforma pensioni

Sulla Gazzetta Ufficiale del 21 gennaio scorso èstato pubblicato il Decreto che individua i lavoratori salvaguardati dalla riforma delle pensioni, ossia coloro che potranno accedere al pensionamento secondo le modalità  precedenti al decreto Salva Italia.

Tali lavoratori sono stati suddivisi in quattro diverse categorie. Alla prima appartengono i lavoratori destinatari di programmi di gestione delle eccedenze occupazionali con utilizzo degli ammortizzatori sociali sulla base di accordi stipulati in sede governativa entro il 31 dicembre 2011, sempre che alla data del 4 dicembre 2011 gli interessati non abbiano ancora cessato l’attività  lavorativa e siano stati collocati in mobilità , con raggiungimento dei requisiti per il pensionamento entro il periodo di fruizione dell’indennità  di mobilità .