Rimborso contributo di perequazione

di Fabrizio Martini Commenta

La sentenza della Corte Costituzionale n. 116/2013 aveva infatti dichiarato illegittima la legge che fu approvata addirittura dal Governo Berlusconi nell'estate 2011 che aveva proprio istituito, a decorrere dal 1° agosto 2011 e fino al 31 dicembre 2014.

L’Inps da’ il via al rimborso con un messaggio ufficiale diramato attraverso il proprio sito e gli organi di stampa dopo che è stato dichiarato il contributo di solidarietà illegittimo secondo la Consulta.  Verrà quindi rimborsato il contributo di perequazione sulle pensioni d’oro proprio secondo lo stesso Inps che lo ha annunciato con un comunicato stampa del 26 luglio scorso.

La sentenza della Corte Costituzionale n. 116/2013  aveva infatti dichiarato illegittima la legge che fu approvata addirittura dal Governo Berlusconi nell’estate 2011 che aveva proprio istituito, a decorrere dal 1° agosto 2011 e fino al 31 dicembre 2014, un contributo di perequazione sulle pensioni. I parametri ed i livelli di pensione che facevano scattare questo contributo di perequazione erano stabiliti nell’ordine dei 90.000 euro lordi annui. Tutte le pensioni che superavano questo livello lordo di introito sarebbero state soggette al contributo di solidarietà.

Ma dopo la bocciatura della Consulta, lo stesso Istituto nazionale di previdenza sociale ha interrotto l’applicazione della trattenuta. Non viene più infatti detratto dal cedolino pensionistico il contributo di  perequazione, l’Inps ha anche provveduto anche alla restituzione dell’importo trattenuto nell’anno  2013 secondo precise modalità. Tali procedure sono state stabilite nel comunicato ufficiale dello scorso 26 luglio, il messaggio n. 11243/2013.

L’Inps ha tra l’altro rammentato a tutti che la variazione dell’importo della pensione e la restituzione delle trattenute è prevista al momento dei pagamenti di pensione di luglio e agosto secondo una precisa modalità:

  • il pagamento del 10 luglio ha aggiornato l’importo e ha restituito quello che è stato trattenuto nel  primo semestre dell’anno per le pensioni delle gestioni dello sport e spettacolo
  • è stato aggiornato l’importo della pensione con il pagamento del 16 luglio per le pensioni delle gestioni pubbliche; la restituzione delle  trattenute avverrà in occasione del pagamento di agosto;
  • per le pensioni delle gestioni private sarà aggiornata la rata in pagamento il primo giorno di agosto, mentre verrà restituito l’importo trattenuto da gennaio a luglio 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>