Pensionati all’estero, la top ten 2017 di luoghi dove trasferirsi

di Emma Commenta

È fuga dall’Italia e non solo di giovani: oltre 500.000 pensionati si sono già trasferiti e hanno cambiato residenza per godersi il meritato riposo dopo una vita di lavoro.

pensioni, portogallo, residenza

E possibilmente per vivere meglio con la propria pensione dell’INPS complice il costo della vita più basso, il clima migliore e le tasse da da pagare decisamente minori. A stilare la classifica della top ten dove la qualità della vita è al top ci ha pensato anche quest’anno International Living che evidenzia i motivi per cui trasferirsi.

Messico: resta ancora ben saldo al primo posto il Messico. Nonostante il livello non indifferente di criminalità, il Messico resta uno dei paesi più economici dell’America Latina che offre uno stile di vita esotico, ma accogliente.

Panama: il costo della vita è basso, le bellezze naturali non sono indifferenti, è moderna e confortevole. Serve altro

Ecuador: il costo della vita è estremamente basso rispetto all’Europa.

Costa Rica: un paese bellissimo e molto tollerante anche con i turisti.

Colombia: si caratterizza per l’ottima assistenza sanitaria e una buona accoglienza, ma anche per un clima molto diverso da una zona all’altra.

Malesia: molto organizzato, pulito e moderno è un paese accogliente con un ottimo trasporto pubblico.

Spagna: resta sempre molto quotata la penisola iberica. Tutto merito del costo basso della vita e dello stile di vita rilassato. Le Canarie sono fra i luoghi più gettonati.

PENSIONATI ALL’ESTERO, SCATTANO I NUOVI CONTROLLI

Nicaragua: ottimo sistema sanitario e basso costo della vita, rendono questo paese particolarmente attraente.

Portogallo: comincia a fare concorrenza alla Spagna grazie al suo clima mite, al costo della vita molto basso e a magnifici paesaggi.

Malta: non è un’isola grande, ma è accogliente che offre bellissimi paesaggi e divertimento.

 

photo credits| thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>