Cessione del quinto della pensione, i tassi 4° trimestre 2018

di Fabiana Commenta

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha indicato i Tassi Effettivi Globali Medi (TEGM) che vengono praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari nel corso del 4° trimestre 2018 e che sono in vigore dal 1° ottobre al 31 dicembre.

Il messaggio 3 ottobre 2018, n. 3629 riporta i tassi soglia del Tasso Annuo Effettivo Globale ( TAEG) che possono essere utilizzati per i prestiti estinguibili con cessione del quinto dello stipendio e della pensione.

Il tasso medio per importi fino a 15mila euro il tasso medio si attesta intorno all’11,60% con tassi di usura considerati oltre i 18,5000, per importi superiori ai 15mila euro il tasso medio è di 8,59% con tassi di usura calcolati al 14,7375. 

Oltre i 15mila euro il tasso medio è fissato a 8,83%, mentre il tasso soglia usura è di 15,0375%.

Variano anche i tassi in base alle classi di età e dell’importo dell’importo del prestito. 

Classi di età

Classe di importo del prestito

 

Fino a € 15.000

Oltre € 15.000

 

Fino a 59 anni

Fino a € 15.000 –  8,61

Oltre € 15.000 – 7,14

 

Fascia 60-64 anni

Fino a € 15.000 –  9,41

Oltre € 15.000 – 7,94

 

Fascia 65-69 anni

Fino a € 15.000 – 10,21

Oltre € 15.000 – 9,44

 

Fascia 70-74 anni

Fino a € 15.000 – 10,91

Oltre € 15.000 – 9,44

 

Fascia 75-79 anni

Fino a € 15.000 – 11,74

Oltre € 15.000 – 10,24

La cessione di un quinto della pensione, attiva dal 2005  per il settore pubblico e privato, può essere utilizzata per il rimborso di prestiti, finanziamenti e mutui con una quota della pensione che è pari al quinto del trattamento e per periodi che non siano superiori a 10 anni. Non tutti i trattamenti pensionistici per possono possono autorizzare la cessione del quinto, ma solo le prestazioni di natura previdenziale, le pensioni di invalidità e vecchiaia, gli assegni vitalizi. Vengono esclusi dalla cessione le pensioni e gli assegni sociali, i trattamenti di invalidità civile, gli assegni mensili per l’assistenza di pensionati inabili, gli assegni di sostegno al reddito, le pensioni a carico di enti creditizi o le pensioni integrate al minimo di circa 500 euro al mese.

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>