Reddito di cittadinanza, come ottenerlo

di Fabiana Commenta

È stato approvato a fine gennaio con il decretone, ma adesso sarà l’Inps a doversi occupare del modulo di domanda del reddito di cittadinanza. 

L’Istituto ha a disposizione 30 giorni dall’entrata in vigore, e quindi tutto il mese di febbraio, per la predisposizione del modulo per presentare la domanda e il modello di comunicazione dei redditi. 

servi iswelfare, reddito di cittadinanza,, carta famiglia, dsu,rei, carta acquisti, sia, social card

Il modulo dovrà essere pronto entro febbraio e poi a partire da marzo sarà possibile poter inoltrare effettivamente la domanda per richiedere il reddito.

Il modulo dovrà essere compilato in tutte le sue parti rispondendo a tutti i requisiti patrimoniali, familiari e reddituali e poi dovrà essere inviato all’Inps. 

Dopo aver ricevuto le domande, l’Inps avrà a disposizione 5 giorni per verificare il possesso dei requisiti per l’accesso al reddito. Ma in ogni caso, il riconoscimento da parte dell’Inps avviene entro la fine del mese successivo alla trasmissione della domanda all’Istituto: ciò significa che i primi redditi potranno essere riconosciuti entro la fine di aprile. 

Il reddito potrà quindi essere richiesto direttamente online, all’interno dei Caf che abbiano già stipulato una convenzione con l’Inps, oppure alle Poste. 

Agli sportelli degli uffici postali la carta potrà essere consegnata o ricaricata solo a partire dal sesto giorno del mese, per evitare eccessiva affluenza nei primi giorni in cui alle Poste è fissato anche il ritiro della pensione. 

A maggio il reddito dovrà essere speso e scatterà anche il piano del patto per il lavoro. 

Se lo si è ricevuto già a fine aprile, il reddito va speso entro la fine di maggio, pena la decurtazione del 20% dell’importo il mese successivo. 

La carta ottenuta può essere utilizzata dove valeva la carta acquisti, vale a dire supermercati, farmacie, parafarmacie e alle Poste per pagare le bollette di luce e gas. 

Si possono prelevare fino a 100 euro in contanti e, in caso di contributo per l’affitto, si può effettuare un bonifico bancario. 

Entro 30 giorni dal riconoscimento del reddito sarà anche necessario mettersi a disposizione per per dichiarare “l’immediata disponibilità al lavoro” nei centri per l’impiego, i patronati o sulla piattaforma online predisposta dall’Anpal Siupl. Intanto i beneficiari del reddito saranno anche tenuti a svolgere lavori utili alla collettività anche se i progetti da parte del Comune non saranno pronti prima dell’estate. 

REDDITO DI CITTADINANZA, COME FUNZIONA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>