Malattia lavoratori e visite fiscali, i chiarimenti dell’Inps

di Fabiana Commenta

Arrivano direttamente dall’Inps i chiarimenti relativi alla normativa sulle malattie dei lavoratori e le visite fiscali: è la circolare del 26 luglio scorso a confermare  anche che viene previsto l’esonero dall’obbligo di reperibilità per i dipendenti che si siano infortunati sul lavoro.

 

Confermate le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti pubblici che restano dalle ore 9 alle ore 13 della mattina e dalle 15 alle 18 nel pomeriggio. 

L’esenzione dalla visita fiscale è prevista in caso di

patologie gravi che richiedono terapie salvavita;

causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima, in pratica patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;

stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

Cambiano invece le fasce orarie che prevedono l’obbligo di reperibilità per le visite fiscali dei dipendenti privati che in questo caso vanno dalle ore 10 fino alle 12 e dalle 17 fino alle 19.

Esistono anche in questo caso dei casi specifici di esenzione, vale a dire

al necessità di sottoporsi a visite mediche generiche urgenti e ad accertamenti specialistici che possono essere effettuatiselo negli orari compresi nelle fasce orarie di reperibilità;

stati patologici sottesi o connessi a situazioni di invalidità riconosciuta, in misura pari o superiore al 67%;

gravi motivi personali o familiari che siano effettivamente provati

cause di forza maggiore.

Restano esclusi dall’obbligo di reperibilità i dipendenti in malattia per infortunio sul lavoro o malattia professionale visto che in questi casi la competenza passa dall’Inps direttamente all’Inail.

VISITE FISCALI, LA DIFFERENZA FRA PUBBLICO E PRIVATO

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>