Acquistare immobili e spazi commerciali all’asta grazie ad un nuovo mutuo

di Alba D'Alberto Commenta

In un periodo di crisi economica e di riduzione della liquidità a disposizione, una buona possibilità per acquistare immobili e spazi commerciali, per le imprese e per coloro che vogliono intraprendere una nuova attività imprenditoriale o mettersi in proprio, può essere quella di acquistare degli immobili all’asta. Il mercato delle aste immobiliari, infatti, in Italia, costituisce un potenziale ancora molto poco sfruttato. 

In Italia ci sono infatti oltre 43 mila proprietà a disposizione nel giro delle aste, senza contare le possibilità di risparmio che si hanno quando si acquistano dei beni immobili all’incanto invece che sul libero mercato, le quali oscillano tra una percentuale di risparmio del 38 per cento e una percentuale del 50 per cento rispetto al prezzo di costo.

I fondi strutturali europei destinati alle nazioni d’Europa

Nell’ultimo periodo, inoltre, per tutti coloro che vogliono accedere al sistema delle aste giudiziarie sono stati elaborati anche nuovi prodotti di finanziamento da parte delle banche che consentono di rendere l’intera procedura più semplice, trasparente e veloce.

L’export spinge l’economia italiana ma non quella del sud

Uno dei prodotti lanciati di recente sul mercato è ad esempio il Mutuo in Asta proposto dalla banca UniCredit Credit Management Bank (UCCMB), la quale ha elaborato, in collaborazione con l’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, un prodotto apposito per coloro che vogliono rivolgersi alle vendite all’incanto.

Il mutuo per asta consente non solo di ricevere in tempi brevi la liquidità necessaria all’acquisto, ma anche di avere a disposizione una serie di servizi aggiuntivi come Vivacizzazione delle aste e Ti accompagno all’asta che consentono di ricevere l’assistenza tecnica necessaria nel corso della procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>