Bonus libri comodato d’uso 2013

di Fabrizio Martini Commenta

La concessioni dei materiali scolastici, ovvero libri di testo cartacei ed elettronici in comodato d’uso, sarà effettuato solo nei confronti degli studenti delle sole scuole statali che saranno individuati dagli istituti come meritevoli di sostegno.

Il Governo ha varato un decreto con il quale da il via libera al bonus libri scolastici, che riguarderà la formula del comodato d’uso. Una nuova iniziativa dell’Esecutivo, questa volta su diretta iniziativa del ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza che ha firmato un decreto ministeriale con il quale vengono stanziati ben 8 miliardi di euro che verranno erogati tra il 2013 ed il 2014. In questo modo le famiglie avranno la possibilità di avere in comodato d’uso libri scolastici per i propri figli in caso di difficoltà economiche del nucleo familiare stesso.

Il decreto prevede una serie di vincoli e di requisiti di tipo reddituale e patrimoniale da rispettare. L’iniziativa è sta presa per fronteggiare la grave crisi economia che sta soffocando le famiglie italiane. L’annuale spesa per i libri di testo scolastici è sempre molto alta e molte sono le famiglie che tutti gli anni hanno difficoltà a comprare il materiale scolastico di base ai propri figli. Proprio per questo il ministro dell’Istruzione ha adottato un decreto apposito per introdurre la possibilità di effettuare il comodato d’uso sui libri scolastici. Tale provvedimento sarà ovviamente valido esclusivamente per le scuole statali.

La concessioni dei materiali scolastici, ovvero libri di testo cartacei ed elettronici in comodato d’uso, sarà effettuato solo nei confronti degli studenti delle sole scuole statali che saranno individuati dagli istituti come meritevoli di sostegno.

L’ammontare complessivo di risorse che è stato messo a bilancio da parte del Governo Letta è di otto miliardi di euro. Una maggiore quota è stata stanziata per le zone italiane più in difficoltà, ovvero tutti quei territori dove le famiglie vivono situazione di maggiore disagio economico. Ci si riferisce in particolare alle aree del Meridione, dove la disoccupazione rappresenta una gravissima piaga sociale ormai da anni. I destinatari saranno gli studenti delle scuole secondarie statali di primo e secondo grado.

Gli istituti scolastici si occuperanno direttamente dell’intera gestione del processo di attribuzione dei libri scolastici, sia cartacei, sia elettronici. Sarà infatti loro compito quello di concedere in comodato d’uso i testi cartacei  o i dispositivi elettronici, agli studenti che ne faranno richiesta. Ovviamente prima della concessione dovranno essere valutati tutti i precisi requisiti economici, che ciascun istituto scolastico stabilirà secondo un proprio regolamento interno.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>