Reddito di cittadinanza, stretta e novità nell’ultima bozza

di Emma Commenta

È stretta sul reddito di cittadinanza come si capisce dall’ultima bozza del decreto attualmente in circolazione e che dovrebbe essere approvato giovedì nel corso del Consiglio dei ministri come assicurato dal ministro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio. 

servi iswelfare, reddito di cittadinanza,, carta famiglia, dsu,rei, carta acquisti, sia, social card

Non mancano novità e cambiamenti presenti nella nuova bozza che ridisegnano in parte quanto precedentemente stabilito. 

È stretta sul lavoro da accettare: il decreto è ancora in fase di revisione, ma verrebbe prevista la decadenza dal beneficio se si rifiuta una offerta di lavoro trascorsi 12 mesi, anche se fosse solo la prima. Confermata invece la decadenza per chi rifiuta un’offerta congrua dopo il dodicesimo mese di fruizione del beneficio, indipendentemente dal numero di offerte precedentemente ricevute”. 

Ci sarebbero poi una serie di agevolazioni: la carta sulla quale viene erogato il reddito di cittadinanza consentirà di effettuare il bonifico mensile per l’affitto, ma verrebbero prevista anche altre,”misure non monetarie ad integrazione del reddito di cittadinanza”. Si tratterebbe di agevolazioni per l’utilizzo di trasporti pubblici, di misure di sostegno alla casa, all’istruzione e per la salute.

Salta per il momento, il divieto di utilizzare i soldi del reddito di cittadinanza per il gioco d’azzardo, pena la perdita del beneficio.

Coinvolto direttamente anche l’Inps che potrà scrivere ai potenziali destinatari del reddito di cittadinanza, per avvisarli che ne hanno diritto dopo averne verificato l’attestazione dell’Isee e degli altri requisiti richiesti. 

Entro trenta giorni, l’Inps dovrà mettere a disposizione i nuovi moduli. 

Cambiano anche i limiti al prelievo in contanti: il massimo è di 100 euro al mese per un single, 210 euro al mese per una famiglia numerosa anche se poi viene applicata la scala di quivalenza (0,4 per ogni componente maggiorenne, 0,2 per ogni minore con un massimo di 2,1, quindi al massimo 210 euro).

 

REDDITO DI CITTADINANZA, COME FUNZIONA SECONDO LA BOZZA

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>