Credito imposta librerie 2018, come usufruire dei bonus

di Fabiana Commenta

Tutto pronto per la domanda di accesso al credito d’imposta librerie in pratica il bonus fisale che consente di poter avviare una libreria oppure offrire aiuti concreti per i titolari di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri.

La Direzione generale Biblioteche e istituti culturali, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha pubblicato i modelli e la guida per presentare la domanda di accesso al credito d’imposta librerie come previsto dalla Legge di Bilancio 2018. 

Tutti i beneficiari dovranno inviare la domanda telematica entro le ore 12:00 del 30.09.2018, tramite il portale taxcredit.librari.beniculturali.it.

Possono usufruire al credito d’imposta le attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri, in esercizi specializzati, con codice ATECO principale, 47.61 Commercio al dettaglio di libri nuovi in esercizi specializzati, 47.79.1 Commercio al dettaglio. 

È necessario anche avere la sede legale nello Spazio Economico Europeo, essere soggetti a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale e aver sviluppato nel corso dell’esercizio finanziario precedente, ricavi derivanti dalla cessione di libri pari ad almeno al 70% dei ricavi dichiarati in totale. 

Se in possesso di questi requisiti, avete la possibilità di poter richiedere il bonus: la misura concessa annualmente a ogni esercente è al massimo pari a 20.000 Euro, per le librerie indipendenti, praticamente gli esercenti di librerie che non risultano comprese in gruppi editoriali, 10.000 Euro per tutti gli altri esercenti.

L’importo è pari al 100% per ognuna delle voci di costo ammesse all’incentivo per chi ha fatturato fino a 300mila euro annui, ma scende progressivamente in caso di incassi maggiori. Il bonus consente di risparmiare su tasse e imposte e di finanziare una parte delle spese per l’affitto o per il mutuo per aprire o continuare a mantenere attiva un’attività che si occupa di vendita al dettaglio. Il credito d’imposta riconosciuto verrà utilizzato in compensazione per il pagamento delle imposte tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

BONUS DOCENTI, LE DOMANDE ENTRO IL 31 AGOSTO 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>