Pedaggi autostradali, ecco gli aumenti

di Emma Commenta

Puntuali come ogni anno, arrivano gli aumenti dei pedaggi autostradali: dal primo gennaio 2018 entreranno in vigore gli adeguamenti delle tariffe che variano da pochi centesimi a qualche euro a seconda dei tratti. In alcuni casi, per le concessionarie, si tratta di incrementi tariffari che ripagano gli investimenti di adeguamento e potenziamento della rete eseguiti.

autostrada aumenti pedaggi autostradali

Pochi i tratti che non registrano variazioni o aumenti di sorta, ma la maggior parte dei tratti è stata aumentata come rilavato da AdnKronos.

Ecco alcune degli aumenti resti disponibili dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

San Cesareo – Roma Sud: da euro 1,10 ad euro 1,20

Binasco – Milano Ovest: da euro 1,30 ad euro 1,40

Lodi – Milano Sud: da euro 2,30 ad euro 2,40

Gallarate Ovest– Vergiate-S.C.: invariato

Padova Est – Venezia Mestre: invariato

Milano Est – Bergamo: da euro 3,40 ad euro 3,50

  • Roma Nord – Orte: da euro 4,40 ad euro 4,50

Prato Est – Firenze Ovest: invariato

Milano Ghisolfa – Rondissone: da euro 15,60 ad euro 16,80

  • Firenze Sud – Firenze Scandicci: da euro 1,10 ad euro 1,20

Per quanto riguarda le concessionarie, le società RAV (+52,69% Tratta Aosta Ovest – Morgex km 31,4 da euro 5,60 ad euro 8,40), Strada dei Parchi (+12,89%) e Autostrade Meridionali (+5,98%) le variazioni derivano direttamente dal riconoscimento di pronunce giudiziarie su ricorsi attivati dalle società. L’incidenza di questi incrementi risulta comunque circoscritta per via del limitato volume di traffico interessato (complessivamente 4,45% del totale della rete). Per le Società Torino-Milano (8,34%) e Milano Serravalle (+13,91%) gli incrementi tariffari remunerano in particolar modo gli investimenti di adeguamento e potenziamento della rete eseguiti.

 

photo credits | autostrade.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>