RdC Card, tutte le spese vietate 

di Fabiana Commenta

Operative le regole sull’utilizzo della RdC Card, la carta del reddito di cittadinanza, che vietano di utilizzare l’importo del reddito di cittadinanza per alcune precise tipologie di spesa. 

Le cosiddette spese non morali erano state anticipate anche prima dell’entrata in vigore del reddito e includeva ad esempio armi, gioielli, servizi finanziari, ma adesso a mettere i paletti e a chiarire di preciso, le spese ammissibili o meno, arriva il DM Lavoro del 19 aprile (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26 giugno), in attuazione del dl 4/2019, articolo 5, comma 6.

Con la pubblicazione in G.U. il provvedimento diventa operativo con la conseguente applicazione di quanto previsto. 

Ecco l’elenco di tutte le spese vietate: 

  • Giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità;
  • acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;
  • armi;
  • materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  • servizi finanziari e creditizi;
  • servizi di trasferimento di denaro;
  • servizi assicurativi;
  • articoli di gioielleria;
  • articoli di pellicceria;
  • acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  • acquisti in club privati.

Ci sono anche altri limiti previsti: non è possibile usare la carta nei negozi che vendono soprattutto articoli vietati, ,a carta non può essere utilizzata all’estero e non si possono fare acquisti online. 

Restano poi confermate alcune regole di base: prelievo fino a 100 euro, divieto di utilizzare il reddito di cittadinanza per il gioco d’azzardo, mentre la carta è necessaria per poter effettuare bonifici per pagare l’affitto o la rata del mutuo, pagare le bollette, i generi alimentari e di prima necessità già compresi nella Carta acquisti.

REDDITO DI CITTADINANZA, ARRIVA L’ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>