Modello rimborso tassa sulle barche

di GianniPug Commenta

La tassa sulle barche era stata introdotta da parte del Governo Monti nel suo primo atto governativo, ovvero il famoso decreto salva Italia che nel dicembre del 2011 salvò il Paese da una precaria situazione dei conti pubblici dopo le dimissioni del Governo Berlusconi.

Foto | Paul Ellis/AFP/Getty Images

E’ stato introdotto il modello di rimborso tassa sulle barche provvedimento Agenzia delle Entrate attraverso la comunicazione n. 125448 del 2013 emanato dalla stessa agenzia. Adesso il rimborso per la tassa sulle barche è pronto ad essere emesso da parte del Fisco italiano. I contribuenti dovranno occuparsi di presentare l’apposita istanza all’Agenzia delle Entrate.

La tassa sulle barche era stata introdotta da parte del Governo Monti nel suo primo atto governativo, ovvero il famoso decreto salva Italia che nel dicembre del 2011 salvò il Paese da una precaria situazione dei conti pubblici dopo le dimissioni del Governo Berlusconi. L’Esecutivo guidato dal professore Monti decise infatti di introdurre una sorta di piccola patrimoniale sulle barche, ovvero una tassa annuale sulle unità da diporto, le cui modalità e termini di pagamento sono stati disciplinati con il provvedimento direttoriale delle entrate del 24 aprile 2012.

Dopo circa un anno dall’applicazione c’è stata la marcia indietro del nuovo Governo, questa volta guidato da Enrico Letta, ma appoggiato a livello parlamentare dalle stesse forze politiche, cioè PD, PdL e la nuova formazione Scelta Civica. Il nuovo Esecutivo per mezzo del cosiddetto decreto del Fare del Governo Letta ha modificato la tassa in questione. Sono state infatti escluse dal pagamento della tassa una definita tipologia di barche, ovvero tutte le unità da diporto con lunghezza compresa tra 10,01 e 14 metri.

Sono stati inoltre ridotti del 50% gli importi vigenti alla data di entrata in vigore del medesimo decreto legge n. 69 del 2013 per le unità da diporto di lunghezza compresa tra 14,01 e 20 metri.

Adesso il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera ha ribadito l’annuncio già fatto poco tempo fa, ovvero quello relativo al rimborso della tassa in questione dopo l’entrata in vigore del decreto del Fare promulgato dal Governo Letta. Tutte le relative modalità inerenti il rimborso sono disponibili e rese note all’interno del provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle Entrate n. 125448 /2013.

Foto | Paul Ellis/AFP/Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>