Saldo e stralcio, come aderire online

di Fabiana Commenta

Si chiama saldo e stralcio delle cartelle di Equitalia e non solo: si tratta della sanatoria destinata alle persone fisiche in situazione di grave e comprovata difficoltà economica che potranno usufruire della possibilità di poter pagare in forma ridotta i debiti fiscali e contributivi, affidati alla riscossione dal 2000 al 2017. 

La percentuale è variabile e va dal 16 al 35% dell’importo dovuto (aliquota 16% con ISEE fino a 8.500 euro, 20% con ISEE da 8.500 a 12.500 euro, 35% con ISEE da 12.500 a 20.000 euro): per poter regolarizzare il saldo è stralcio anche possibile accedere al “Fai da te” accessibile da pc, smartphone o tablet.

La domanda va presentata entro il 30 aprile 2019, ma vediamo come compilare il il modulo direttamente online. 

È sufficiente accedere dalla homepage del portale di Agenzia delle Entrate – Riscossione nella sezione dedicata al saldo e stralcio per compilare online il modulo di adesione (modello SA-ST). 

Vanno inseriti i dati personali, un indirizzo email di riferimento dove si desidera ricevere la convalida della richiesta, le cartelle o gli avvisi per i quali si vuol usufruire del saldo e stralcio e la documentazione di riconoscimento secondo le indicazioni riportate nel sito.

Si possono inserire i dati ISEE o l’utilizzo della Procedura di liquidazione per sovraindebitamento, l’opzione riservata solo ad una particolare platea di beneficiari e che prevede una diversa gestione del debito con condono al 90% del debito accumulato. Chi aderisce al saldo e stralcio facendo riferimento all’ISEE (e trovandosi al di sotto dei 20mila euro), dichiara di aver presentato la DSU (Dichiarazione sostitutiva unica) inserendo anche il numero di protocollo, e la data, allegando la certificazione in PDF inviando poi la domanda. 

L’agente della riscossione risponde a quel punto inviando una e-mail con un link di convalida della richiesta: dopo aver effettuato l’adempimento se ne invia una seconda con il numero della pratica.

Se la documentazione è regolare e tutto è valido, arriva una email di registrazione e si può scaricare, al link indicato, il Modello SA-ST precompilato. Se invece la documentazione non viene ritenuta valida, arriva una email di rifiuto.

Oltre alla compilazione online è anche possibile poter inviare la documentazione alla casella PEC della Direzione Regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione di riferimento, inviando il Modello SA-ST compilato o consegnandola presso gli Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

L’AeR (Agenzia delle Entrate-Riscossione) risponde entro il 31 ottobre 2019 e comunica la risposta. 

Il debito può essere estinto in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 oppure in cinque rate così suddivise: 30 novembre 2019 (35%), 31 marzo 2020 (20%), 31 luglio 2020, 31 marzo 2021, 31 luglio 2021 (15%).

 

SALDO E STRALCIO, ECCO IL MODULO

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>