Rottamazione bis, il saldo entro il 7 dicembre

di Fabiana Commenta

Ancora pochi giorni a disposizione per poter mettersi in regola con la rottamazione bis e poter aderire alla rottamazione ter: la scadenza è fissata a venerdì 7 dicembre, termine ultimo per poter provvedere al saldo delle rate insolute. 

imposte, legge di bilancio tasse, Aumento delle tasse nel 2012

La scadenza riguarda tutti coloro che hanno aderito già alla definizione agevolata, ma non hanno pagato le rate previste: ciò causerebbe la perdita di diritti di adesione alla rottamazione, ma l’Agenzia delle Entrate conferma entro il 7 dicembre sarà possibile mettersi in regola con la rottamazione bis versando tutte le rate dovute per poter aderite alla rottamazione ter. 

Entro e non oltre il 7 dicembre, dunque, dovranno essere saldate le rate di luglio, settembre e ottobre 2018 per aderite automaticamente alla Rottamazione Ter prevista dal Decreto Fiscale 2019. 

Entro il 30 giugno 2019, senza ulteriori adempimenti, si riceverà una nuova Comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate dove verrà indicata la distribuzione del residuo delle rate da pagare. 

Per effettuare il pagamento è possibile utilizzare i bollettini delle rate di luglio, settembre e ottobre 2018 allegati alla “Comunicazione delle somme dovute” già inviata da Agenzia delle Entrate – Riscossione, ma la copia è anche reperibile nell’area riservata del portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

Il contribuente può anche pagare il bollettino RAV in diverse modalità diverse modalità: attraverso la propria banca, gli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento CBILL, il proprio internet banking, gli uffici postali, i tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e circuiti Sisal e Lottomatica, il portale di Agenzia delle Entrate – Riscossione e l’app Equiclick tramite la piattaforma PagoPA e gli sportelli di Agenzia delle Entrate – Riscossione.

ROTTAMAZIONE TER, ECCO I MODULI DI ADESIONE

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Rispondi