Indennità di accompagnamento, dal 2019 solo domande online

di Fabiana Commenta

Novità in vista per quanto riguarda la modalità di accesso alla prestazione assistenziale dell’indennità di accompagnamento per i cittadini non già in età lavorativa, vale a dire over 65. 

badante, colf, collaboratore domestico

Con il Messaggio n. 4463/2018 dell’INPS conferma che a partire dal 1° gennaio 2019 entrerà a regime il procedimento di semplificazione delle modalità di accesso che era già stato introdotto in via sperimentale con il Messaggio n. 1930/2018. A partire dal 1 gennaio quindi entrerà in vigore la procedura semplificata per l’acquisizione online della comunicazione dei dati socio-economici che dovrà essere operata dai soggetti percettori di indennità accompagnamento, purché ultra 65enni.

Praticamente la semplificazione consiste nel velocizzare il processo di liquidazione della prestazione economica, ma in che modo? È sufficiente anticipare al momento della presentazione della domanda di invalidità civile le informazioni sanitarie che sono contenute nel modello AP70: di norma le stesse informazioni dovrebbero essere comunicate solo ed esclusivamente al momento dell’esito positivo della fase sanitaria e che dovrebbero riguarda anche eventuali ricoveri, la delega alla riscossione di un terzo (da compilare il Quadro G) o in favore delle associazioni (da compilare il Quadro H) oppure indicare la modalità di pagamento (da compilare i Quadri F1 o F2). 

L’Inps conferma che la nuova proceduta diventerà praticamente obbligatoria  procedura anche in riferimento alle domande di accertamento sanitario che sono state presentate coloro che hanno raggiunto i requisiti richiesti nel secondo semestre dell’anno. 

Ricordiamo che per ottenere l’accompagnamento è necessario il riconoscimento della minorazione, previo accertamento medico legale e rilascio del verbale sanitario: è pertanto necessario acquisire dal medico di base il certificato medico introduttivo con il codice allegato da inserire all’interno della domanda di accertamento sanitario, che dovrà essere inoltrata all’Inps mediante il servizio “Invalidità civile – Procedure per l’accertamento del requisito sanitario (InvCiv2010)”. Dopo aver ottenuto il certificato medico introduttivo e il codice allegato, sarà possibile presentare domanda online all’INPS tramite il servizio dedicato.

 

ASSISTENZA DISABILI, IL BONUS INPS DI 1900 EURO

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Rispondi