Ritenuta d’acconto contribuenti minimi

di Stefania Russo Commenta

I soggetti che aderiscono al regime dei contribuenti minimi non sono tenuti a versare l'Irpef, l'Irap, l'Iva e le addizionali regionali, ma solo un'imposta sostitutiva del 20%...

I soggetti che aderiscono al regime dei contribuenti minimi non sono tenuti a versare l’Irpef, l’Irap, l’Iva e le addizionali regionali, ma solo un’imposta sostitutiva del 20%, con possibilità di dedurre dal reddito (che viene calcolato in base al cosiddetto principio di cassa, ossia è dato dalla differenza tra ricavi e spese) i contributi previdenziali versati.

L’applicazione di tale regime prevede quindi l’applicazione della ritenuta d’acconto dell’imposta sostitutiva e l’addebito in fattura del contributo integrativo del 2/4% per i professionisti iscritti alle casse di previdenza o del contributo previdenziale del 4% per i professionisti iscritti alla gestione separata Inps.

FAC SIMILE RITENUTA D’ACCONTO CONTRIBUENTI MINIMI

Nome e Cognome

Via

Cap Città

Codice fiscale

Partita Iva

Spett. …

Via

Cap Città

Codice fiscale

Partita Iva

Ritenuta d’acconto n. … del …

Onorario € ….

Rivalsa 4% € …

Ritenuta d’acconto 20% € …

Netto a pagare € …

Operazione senza addebito IVA ai sensi della L. 244/2007

Firma

Rispondi