Concorso pubblico per allievi agenti del Corpo di polizia penitenziaria, come candidarsi

di Fabiana Commenta

Al via il concorso pubblico per 540 allievi agenti del Corpo di polizia penitenziaria: è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 27 del 7 aprile 2017 – 4° Serie Speciale, il bando per il reclutamento di allievi agenti del Corpo di polizia penitenziaria maschile e femminile. 

Vediamo nel dettaglio i requisiti richiesti e la ripartizione dei posti, la maggior parte dei quali saranno destinati agli uomini rispetto ai posti riservati alle donne: in ogni caso il concorso è riservato solo ai volontari in ferma prefissata di un anno e in servizio da almeno sei mesi. 

Ecco nel dettaglio la ripartizione:

n. 378 posti ( 283 uomini; 95 donne ) di allievo agente del ruolo maschile e femminile del Corpo di polizia penitenziaria riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi ovvero in rafferma annuale in servizio;

– n. 162 posti (122 uomini; 40 donne) di allievo agente del ruolo maschile e femminile del Corpo di polizia penitenziaria riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in congedo ed ai volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

Ed ecco i requisiti richiesti. Per candidarsi al concorso è necessario possedere

cittadinanza italiana;

godimento dei diritti civili e politici;

aver superato gli anni diciotto e non aver compiuto e quindi superato gli anni ventotto;

idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia penitenziaria.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

La domanda di partecipazione al concorso va indetta e inviata solo ed esclusivamente con modalità telematiche, attraverso l’apposito modulo (FORM) entro il termine di 30 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello della pubblicazione del presente bando (7 aprile) nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4° Serie Speciale. È possibile scaricare il modulo e consultare la modalità di invio sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it.

Nella domanda di partecipazione ogni concorrente dovrà indicare:

– il cognome, il nome; la data ed il comune di nascita, nonché il codice fiscale;

– il possesso della cittadinanza italiana;

– l’iscrizione alle liste elettorali, ovvero il motivo della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

– di non aver riportato condanne penali o applicazioni di pena e di non avere in corso procedimenti penali né procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, né che risultino a proprio carico precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale. In caso contrario, vanno indicate le condanne e i procedimenti a carico ed ogni eventuale precedente penale, precisando la data del provvedimento e l’Autorità Giudiziaria che lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;

– il titolo di studio (con l’Istituto che lo ha rilasciato e della data in cui è stato conseguito);

– servizi eventualmente prestati come dipendenti presso pubbliche amministrazioni e le cause delle eventuali risoluzioni di precedenti rapporti di pubblico impiego;

– la posizione militare vale a dire: – volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) ovvero in rafferma annuale in servizio; – volontario in ferma prefissata annuale ( VFP1) in congedo o volontario in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo, specificando la Forza Armata ove presta o ha prestato servizio (Esercito, Marina od Aeronautica ) e se è in servizio o in congedo.

Il candidato deve salvare la domanda, stamparla, firmarla in calce, scansionarla in formato pdf con la fotocopia di un idoneo documento di riconoscimento in corso di validità fronte e retro ed inviarla telematicamente, secondo le modalità operative indicate nel sito. Il sistema restituirà una ricevuta di invio con il numero identificativo della domanda, data ed ora di presentazione, che il candidato dovrà salvare, stampare, conservare ed esibire il giorno della prova scritta d’esame come titolo per la partecipazione al concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>