Preventivatore unico RCA (I)

preventivatore

Era stato previsto già  da molto tempo, in occasione di una delle famose “lenzuolate” di misure a favore del consumatore promosse dall’ex ministro Bersani.

Per motivi tecnici, perà², c’ voluto molto tempo prima che finalmente, alla metà  di giugno, fosse disponibile on line il cosiddetto “preventivatore unico”, ossia il sito ufficiale dove èpossibile per ogni consumatore indicare i dati della propria situazione personale ai fini della responsabilità  civile per i danni da autovetture e ottenere cosଠuna lista di preventivi presso cui scegliere l’offerta pi๠economica o comunque pi๠confacente alle proprie aspettative.

Liberalizzazioni fra passi avanti e marce indietro (III)

Restando in tema assicurativo, assume importanza anche la misura con cui si èprevisto il lancio di un sistema informatico il quale consentirà , in tema di RC auto, di comparare i pezzi e le offerte presentate da tutti gli operatori, per consentire ai consumatori di disporre di un sistema unificato e ufficiale per mettere a confronto polizze spesso molto disomogenee fra loro.

Tuttavia, il preventivatore unico non èancora entrato in funzione, sebbene le rassicurazioni provenienti dall’ISVAP (l’organo di vigilanza del settore) affermano che al pi๠tardi entro aprile si potrà  contare su questo software disponibile on line.

Liberalizzazioni fra passi avanti e marce indietro (II)

Le liberalizzazioni nell’ambito farmaceutico, invece, sono oggetto di diverse discussioni. Le “lenzuolate” avevano stabilito la libera cessione dei farmaci da banco (quelli, per intenderci, per cui non occorre la ricetta medica) anche al di fuori delle farmacie tradizionali, purchè la vendita al pubblico sia curata da un laureato in scienze farmaceutiche. In due anni sono sorte in tutta Italia circa duemila parafarmacie, molte all’interno dei grandi ipermercati.

Da un lato si registra l’offensiva dei farmacisti tradizionali, che vorrebbero una limitazione nelle aperture di nuove parafarmacie, dalle quali arriva in effetti una concorrenza piuttosto aggressiva. Dall’altro lato, invece, gli ultra-liberalizzatori propongono un’estensione dei medicinali commerciabili in questi punti-vendita e la soppressione dell’obbligo della presenza di un laureato.

Liberalizzazioni fra passi avanti e marce indietro (I)

Nei due anni travagliati dell’ultimo Governo Prodi, i provvedimenti che pi๠di altri sono riusciti ad accattivarsi simpatie bipartisan e il consenso dell’opinione pubblica sono le cosiddette “lenzuolate” di liberalizzazioni varate dall’ex ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani.

In realtà , èpi๠corretto parlare pi๠in generale di misure a favore dei consumatori, in quanto alcune hanno effettivamente eliminato alcuni vincoli legislativi all’esercizio dell’attività  di impresa (le liberalizzazioni in senso stretto), mentre altre ne hanno aggiunto di nuovi a vantaggio della clientela: si pensi al divieto per i gestori di telefonia mobile di far pagare al consumatore i costi di ricarica.