Regione Lazio, il bando per la sostituzione delle vecchie caldaie

di Fabiana Commenta

L’obiettivo dichiarato è chiaramente quello del risanamento della qualità dell’aria: questo è quanto si propone il bando con il quale la Regione Lazio intende sostenere la sostituzione delle vecchie caldaie attraverso incentivi per poter migliorare la qualità dell’aria nei centri urbani ridicendo anche le emissioni di materiale particolato in atmosfera.

I contributi saranno assegnati per:

la rottamazione e la sostituzione di vecchi generatori di calore, alimentati a biomasse legnose, con generatori di calore alimentati a biomasse legnose a basse emissioni ed alto rendimento o alimentati a gas (metano, GPL), anche integrati con pannelli o collettori solari termici;

l’installazione di elettrofiltri finalizzata alla riduzione delle emissioni di particolato sottile degli impianti a biomasse legnose.

Ammonta a 4.850.000 euro totali l’importo previsto dal bando per cui sono previsti interventi che siano stati realizzati in unità immobiliari localizzate nel territorio del Lazio: peroni unità sarà possibile poter sovvenzionare un intervento composto da una o entrambe le tipologie.

Il costo di ogni intervento ammissibile non potrà superare il valore in ogni caso il valore previsto della somma dei valori massimi pari a:

Euro 10.000 per la “sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa” 

Euro 2.000 per la “installazione di elettrofiltri” 

La sovvenzione della Regione presenta un contributo a fondo perduto concesso nella misura del 60% delle spese ammesse e quindi effettivamente sostenute per l’intervento.

 

 

Beneficiati del contributo sono soggetti pubblici o privati  che abbiano il titolo di disponibilità dell’unità immobiliare (vale a dire diritto reale di godimento, locazione, anche finanziaria, o comodato, anche nella forma di contratto preliminare di cui all’articolo 1351 del codice civile con immissione nel possesso/detenzione) dove realizzare l’intervento.

Le domande possono essere inviate solo ed esclusivamente in via telematica attraverso il formulario disponibile online sulla piattaforma GeCoWEB a partire dalle ore 12:00 del 17 ottobre 2017 inviando la domanda e gli allegati richiesti via PEC (posta elettronica certificata) seguendo la procedura descritta nel bando.

Vengono accettate le domande fino a concorrenza di un importo pari al doppio della dotazione complessiva (“overbooking”): sarà scura della Direzione Regionale Ambiente e Sistemi Naturali informare sulla chiusura dell’Avviso, che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito www.lazioinnova.it. La Regione informa però che lo sportello potrà essere chiuso anche anticipatamente nel momento in cui i contributi richiesti nelle domande ancora da assegnare ammontino al doppio della dotazione finanziaria che risulta disponibile.

 

photo credits | Regione Lazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>