Riscatto di laurea, il simulatore di calcolo dell’INPS 

di Fabiana Commenta

Riscatto di laurea? Diventa tutto più facile grazie al simulatore di calcolo del calcolo esteso alla gestione pubblica previsto dall’Inps. 

riscatto, laurea, inps

La funzionalità per la simulazione del calcolo dell’onere di riscatto dei periodi di corsi di studio universitario è stata estesa e disponibile non solo per gli iscritti alla gestione privata, ma anche per gli iscritti alla gestione pubblica. Anche per tutti gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti e alle gestioni speciali di artigiani, commercianti, coltivatori diretti e coloni mezzadri, la funzionalità è stata estesa ai periodi nei sistemi retributivo e misto.

Il messaggio dell’Inps inoltre chiarisce le indicazioni e i dati necessari per il calcolo dell’onere di riscatto.

In sostanza il nuovo strumento consente di effettuare il calcolo dell’onere di riscatto sulla base dei dati inseriti facendo riferimento all’anno corrente: l’istituto informa che si tratta di un risultato dalla valenza indicativa che potrebbe anche essere diverso rispetto a quello effettivo.

L’Inps ricorda anche che rientrano nel sistema di calcolo retributivo tutti i periodi: 

precedenti al 1° gennaio 1996 fino al 31 dicembre 2011, se il richiedente abbia maturato 18 anni di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995. 

Rientrano nel sistema di calcolo contributivo i periodi successivi al 31 dicembre 1995, se a questa data il richiedente non abbia maturato 18 anni di contribuzione, successivi al 31 dicembre 2011, nei casi in cui il richiedente abbia maturato 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995.

Non appena sarà stata effettuata la scelta della gestione previdenziale nella quale si intende simulare il calcolo, scelta obbligatoria e propedeutica al perfezionamento dello calcolo, l’utente dovrà inserire nel simulatore l’anno di iscrizione all’università, il numero di rate in cui frazionare il pagamento e il periodo o periodi da riscattare ‘dal…al’ afferenti lo stesso anno solare. 

E per le gestioni previdenziali viene anche richiesto di inserire la retribuzione degli ultimi 12 mesi.

Possono invece comparire dei messaggi di alert nel caso in cui si esegua ad esempio una simulazione indicando uno o più periodi collocati nel sistema retributivo e in ogni caso ogni volta che la simulazione non va a buon fine richiedendo l’intervento del personale dell’Inps. 

RISCATTO DI LAUREA, COME FUNZIONA 

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>