Attrarre il consumatore è sempre più difficile

di Giuseppe Aymerich Commenta

È vero che in tempi di recessione e di crollo del potere d’acquisto, come quelli attuali, le offerte promozionali di negozi e supermercati..

supermercato

È vero che in tempi di recessione e di crollo del potere d’acquisto, come quelli attuali, le offerte promozionali di negozi e supermercati sono sempre viste di buon occhio dalle famiglie italiane. Ma quando il taglio dei prezzi, i tre-per-due e le raccolte-punti divengono strumenti così diffusi che sembra impossibile farne a meno, l’effetto è molto più tiepido.


In realtà, oggi come oggi solo gli sconti davvero sostanziosi (pari almeno al 30% del prezzo ordinario) sono riconosciuti come tali dai consumatori: le piccole limature, le promozioni di ridotta portata sono invece molto meno appariscenti e finiscono loro malgrado per essere snobbate dai cittadini, che riescono facilmente a trovare alternative più abbordabili.

Ma c’è anche un altro aspetto da tener presente. Il consumatore è oggi molto più abituato e smaliziato rispetto anche solo a pochi anni fa: difficilmente, quindi, comprerà un prodotto solo perché è a basso prezzo.


La qualità e l’effettiva necessità di quel bene sono fattori altrettanto rilevanti, se non superiori: per questo motivo, il cittadino tende prima a scegliere la tipologia di beni che gli occorrono, e solo in un secondo momento cerca la soluzione più conveniente e col miglior rapporto qualità/prezzo.

Un importante osservatorio dei consumatori, il Consumer’s Forum, stima che i cittadini particolarmente attenti a sconti e promozioni sono scesi al 47%, contro il 52% misurato dodici mesi fa: sembra un controsenso, con i tempi che corrono, ma è l’effetto dei fenomeni descritti.
Insomma, è quello che gli esperti di marketing definiscono “atteggiamento proattivo” del consumatore: egli non “subisce” più le offerte, ma svolge un ruolo attivo, scegliendo fra le infinite possibilità oggi esistenti soltanto quelle che davvero soddisfano le sue esigenze effettive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>