Statali, novità con part time e asili nido

di Fabiana Commenta

Novità in vista per gli statali che vengono agevolati dalla Riforma Madia con l’introduzione di soluzioni più flessibili per poter venire incontro alle esigenze della famiglia e conciliare meglio il pubblico con il privato.

Agevolazione del part time e convenzioni con asili nido sono fra le novità che saranno presto introdotte. Si prevede che entro il 2018 almeno il 10% dei dipendenti pubblici faranno richiesta per poter usufruire delle nuove modalità spazio-temporali di lavoro disponibili nella riforma Madia

Si parla anche di nuove convenzioni stipulate con gli asili nido e di nuove misure per poter agevolare la scelta del part time. In sostanza le amministrazioni potranno stringere accordi con nidi e scuole dell’infanzia (restando nel limite delle risorse disponibili), ma si prevede anche la possibilità di poter organizzare ed aprire dei campi estivi per i figli dei dipendenti con l’opportunità di creare dei servizi di supporto ai genitori durante il periodo della chiusura delle scuole. Fra le novità pro famiglia in arrivo con la riforma dovrebbe esserci anche un restyling del telelavoro.

La settimana in corso diventa cruciale per la riforma della pubblica amministrazione con il Consiglio dei ministri che dovrebbe occuparsi della riforma del pubblico impiego.

LICENZIAMENTI, IL DECALOGO SUGLI STATALI

Fra le novità che sono state anticipate nelle scorse settimane anche la stretta contro gli assenteisti grazie all’intensificazione dei controlli  (soprattutto per chi resta a casa per il fine settimana, in occasione di festivi o di periodi di lavoro intenso), la riforma delle verifiche fiscali (che saranno accentrate presso l’Inp con fasce orarie di reperibilità uniche per dipendenti pubblici e privati).

photo credits| thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>