Naspi 2017, documenti richiesti per presentare la domanda

di Fabiana Commenta

Si chiama Naspi ed è la nuova indennità di disoccupazione introdotta con il Jobs Act: ma come richiedere la Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego?

 

Per richiedere la Naspi 2017 è necessario inviare la domanda (il modello SR156 INPS) all’INPS in tre modalità diverse. 

Si può inviare il modulo direttamente dal sito www.inps.it,: in questo caso il richiedente dovrà essere in possesso del PIN.

In alternativa è possibile rivolgersi al patronato, che per legge deve offrire assistenza gratuita. Infine è possibile contattare il Contact Center Multicanale INPS INAIL (da rete fissa il numero gratuito 803164 o il numero 06164164 da cellulare, con la tariffa in base al proprio gestore).

Possono presentare domanda per la Naspi 2017 tutti i lavoratori che abbiano perso involontariamente il lavoro: apprendisti, soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni. Restano esclusi i lavoratori hanno dato le dimissioni, ma anche chi abbia perso involontariamente il lavoro fra  dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni, operai agricoli a tempo determinato e indeterminato, lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale.

NASPI 2017, COME PRESENTARE LA DOMANDA

Potranno richiedere invece la Naspi 2017 anche i lavoratori che hanno presentato le dimissioni per giusta causa e tutti coloro che abbiano risolto consensualmente il rapporto di lavoro.

Per chiedere la Naspi 2017 è necessario essere in uno stato di disoccupazione involontario, avere almeno 13 settimane di contributi nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, aver lavorato almeno 30 giorni nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione. 

Per richiedere la Naspi 2017 è necessario recarsi presso il Centro per l’Impiego presentando carta d’identità o documento di riconoscimento valido, copia del contratto di lavoro e per i disoccupati stranieri anche il permesso di soggiorno e indirizzo. 

Per poter mantenere lo stato di disoccupazione il richiedente non dovrà svolgere alcun tipo di lavoro e dovrà presentarsi annualmente presso il Centro per l’impiego per l’aggiornamento.

PHOTO CREDITS| THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>