Carnevale di Venezia, l’indotto pari a 70 milioni di euro

di Fabiana Commenta

Il giro d’affari del Carnevale di Venezia? Genera un indotto di circa 70 milioni di euro pari circa alla metà degli incassi dei musei italiani nel 2016 che con una cifra di 172 milioni è stato praticamente da record.

Ebbene sì: durante il Carnevale le presenze dei turisti aumentano quasi del 40% come confermano i dati forniti dagli studi Vela, la società che organizza la manifestazione. 

Circa l’80% di questi aumenti di presenze è costituito da turisti stranieri soprattutto francesi, spagnoli, ungheresi e americani anche se nel corso degli ultimi anni di sono incrementate le presenze di cinesi, brasiliani e cittadini provenienti dall’Est Europa con un indotto complessivo di circa 70 milioni di euro. Il giro d’affari si concentra soprattutto sulle attività extralusso dei turisti durante il Carnevale: si tratta di costosissime feste ed esclusive cene di gala organizzate nei palazzi privati frequentate soprattutto dai nuovi ricchi, francesi e russi.

I dati forniti dagli studi Vela forniscono qualche esempio: per una cena a quattro portate a menu fisso (a base di pesce, carne o vegetariano) con ballo in maschera all’Hotel Danieli siamo sui 290 euro. E la serata è appena cominciata: alla cena va aggiunto il noleggio del costume d’epoca da un atelier e rigorosamente in stile Settecento o Ottocento con un costo variabile che va dai 270 ai 450 euro a capo. Senza contare che alcuni ingressi a eventi particolari possono davvero lievitare.

La festa più ambita dell’anno è certamente il Ballo del Doge, esclusivissimo party arrivato alla 24esima edizione e che quest’anno cade sabato 25 febbraio, a Palazzo Pisani Moretta sul Canal Grande: è sold out da mesi. L’ingresso? Non per tutte le tasche visto che è pari a 2500 euro. Costume escluso.

photo credits| thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>