Conciliare il ruolo di manager con la gravidanza

di GianniPug Commenta

La gravidanza non sempre rappresenta un’ostacolo alla carriera, piuttosto sono la precarietà e l’assenza di aiuti sociali a frenare il desiderio di mettere al mondo un figlio, condiviso da numerose donne lavoratrici. Molto spesso però è anche il ruolo che si occupa a far sorgere dei dubbi. E’ il caso delle donne manager, che prima di mettere al mondo un bambino si interrogano sulle conseguenze che la loro scelta potrà avere sull’azienda e quindi di riflesso anche sulla loro carriera.

Un recente sondaggio, tuttavia, ha rivelato che ben il 95% delle donne manager sostiene che la maternità le abbia aiutate a crescere e a maturare non solo personalmente ma anche professionalmente, in quanto accudire un bambino aiuta a sviluppare delle capacità che molto spesso di rivelano utili anche nella gestione di un’azienda. Nonostante questo, il 10% delle intervistate ha deciso di rinunciare a diventare madre, mentre il 29% continua a rimandare. Ma il rischio che avere un figlio ostacoli la carriera resta comunque elevato, visto che a credere che ciò sia accaduto è il 45% delle intervistate.

Riuscire a gestire al meglio il lieto evento e, successivamente, a conciliare lavoro e figli risulta quindi fondamentale per non rinunciare a diventare madri senza che al tempo stesso la carriera ne risenta. Pertanto, una volta che il test di gravidanza risulta positivo, è d’obbligo pianificare una strategia ben mirata affinchè fili tutto liscio. Anzitutto, prima di partorire è bene far si che il business dell’azienda raggiunga una certa stabilità, in modo tale da potersi prendere una pausa di qualche mese senza che ciò comporti un calo del fatturato, per poi riprendere a lavorare su un nuovo rilancio una volta che si è rientrate in ufficio.

In caso contrario, qualora l’ipotesi di raggiungere una fase di stabilità risulti non fattibile, sarà bene valutare un’alternativa che impedisca il crollo del business durante il periodo di assenza, magari attraverso un programma finalizzato a coprire il ruolo della manager durante il periodo di assenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>