Introduzione ai nuovi ammortizzatori sociali introdotti dalla legge di Stabilità

di Alba D'Alberto Commenta

Introduzione ai nuovi ammortizzatori sociali introdotti dalla legge di Stabilità: NASpI, DIS-COLL. Chi può avere accesso a queste misure e chi è escluso.

A partire da quest’anno sono stati introdotti dei nuovi ammortizzatori sociali ed è stata ampliata la platea dei lavoratori che avranno diritto ad un sostegno nel momento in cui restano senza un lavoro. È stata introdotta ad esempio la NASpI che sostituisce l’ASpI dei dipendenti.

È stata attuata la legge delega di Riforma del Lavoro conosciuta anche per via dei media con il nome di Jobs Act. Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto alla vigilia di Natale che modifica gli ammortizzatori sociali presenti nel nostro ordinamento.

Ad esempio l’assicurazione AspI introdotta nel 2012 dalla legge Fornero, non sarà più disponibile a partire dal primo maggio 2015, giorno in cui entrerà in vigore la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, la NASpI. Come anticipato il governo ha deciso di ampliare la platea di lavoratori destinatari degli ammortizzatori sociali e quindi è stata introdotta un’indennità di disoccupazione per collaboratori e progetto e collaboratori coordinati e continuativi. Questa indennità si chiamerà DIS-COLL.

A partire da gennaio gli ammortizzatori sociali nuovi saranno applicati alla categoria dei dipendenti mentre a partire da maggio saranno applicati ai co.co.pro.

Entriamo nello specifico allora per capire chi sono coloro che percepiranno la NASpI dal prossimo primo maggio. Sono esclusi da questo ammortizzatore i lavoratori assunti a tempo indeterminato nel pubblico impiego e gli operai agricoli sia a tempo determinato che a tempo indeterminato.

È riconosciuta invece la DIS-COLL a tutti coloro che hanno contratti a progetto o co.co.co. che siano iscritti alla gestione separata, non siano pensionati, non abbiano la partita IVA ma soprattutto abbiano perduto involontariamente il lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>