Quali contratti a progetto ci saranno nel 2016

di GianniPug Commenta

Quali contratti a progetto ci saranno nel 2016: ci sono 4 casi in cui il contratto a progetto co.co.pro. potrà ancora essere utilizzato.

La rivoluzione nel comparto lavorativo è una rivoluzione a metà perchè nonostante la tanto auspicata ed annunciata eliminazione dei contratti precari ci sono alcune forme contrattuali che sopravviveranno anche nel 2016. L’anno prossimo si potranno avere infatti altre collaborazioni a progetto

Dal primo gennaio 2016 devono scomparire le collaborazioni a progetto con l’intenzione di rendere più stabili i rapporti di lavoro e più sicuro l’avvenire di chi ha un posto di lavoro o lo sta cercando. Tuttavia bisogna ricordare che alcune collaborazioni a progetto restano in vigore. Ecco quali sono.

> Riforma contratti: cosa succede al contratto a progetto

Non si potranno più stipulare contratti a progetto nel 2016, perché nel testo attuativo del Jobs Act si prevede che, a far data dal 1° gennaio 2016, si applica la disciplina del rapporto di lavoro subordinato anche ai rapporti di collaborazione che presentano queste caratteristiche:

  • sono prestazioni di lavoro esclusivamente personali,
  • sono prestazioni continuative,
  • sono prestazioni di contenuto ripetitivo
  • e le modalità di esecuzione sono organizzate dal committente anche con riferimento ai tempi e al luogo di lavoro.

Il contratto a progetto resta però in vigore in alcuni casi specifici:

  • collaborazioni a progetto per le quali gli accordi collettivi stipulati dai sindacati prevedono discipline specifiche riguardanti il trattamento economico e normativo, in ragione delle particolari esigenze produttive ed organizzative del relativo settore;
  • collaborazioni a progetto prestate nell’esercizio di professioni intellettuali per le quali è necessaria l’iscrizione in appositi albi professionali;
  • collaborazioni a progetto prestate nell’esercizio della loro funzione dai componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società e dai partecipanti a collegi e commissioni;
  • contratti a progetto resi a fini istituzionali in favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate e agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I. come individuati e disciplinati dall’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>