Bando giovani disoccupati laureati al via da oggi

di Fabrizio Martini Commenta

La manovra va incontro alla piaga della disoccupazione che il Governo Letta ha cercato di combattere con il decreto occupazione, volto proprio alle figure più giovani del nostro paese.

Il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato un bando per giovani laureati disoccupati nell’ambito del progetto AMVA. Tale bando consente a suddetta categoria di accedere a tremila tirocini retribuiti.

I candidati potranno presentare domanda solo dopo aver  attentamente verificato i requisiti di accesso al bando. L’iniziativa è infatti diretta ai NEET, ovvero ai giovani disoccupati, che non studiando più e non svolgono nemmeno uno stage o un tirocinio. L’acronimo inglese sta infatti a significare infatti Not in Education, Employment or Training. La definizione è stata coniata direttamente dall’Unione Europea, proprio per fare descrivere al meglio la difficile situazione occupazionale dei giovani in Europa.

I requisiti necessari per poter accedere al bando sono:

  • età compresa tra i 24 anni compiuti e i 35 anni non compiuti
  • risiedere nelle regioni di Calabria, Campania, Puglia o Sicilia
  • essere disoccupati
  • non frequentare alcun tipo di percorso formativo
  • essere laureati in una delle seguenti aree disciplinari geo-biologico, letterario, psicologico, giuridico, linguistico e agrario
Le candidature potranno essere inviate direttamente online; occorrerà infatti per prima cosa collegarsi al sito governativo www.cliclavoro.gov.it che consente di registrarsi e quindi di aderire al Progetto Neet; il progetto partirà proprio oggi 23 settembre 2013. Il candidato dovrà scegliere tra una delle posizioni disponibili e presentare apposita domanda.
Il decreto stabilisce una retribuzione minima pari a 500 euro lordi mensili e sarà diretto esclusivamente ai giovani che fanno parte delle regioni indicate nei requisiti. La retribuzione passerà fino a 1300 euro nel caso in cui il tirocinio si svolga in situazione di mobilità, ovvero il tirocinante debba svolgere la propria attività al di fuori della sua sede di residenza.
Il sito di Italia Lavoro ha reso disponibile il complesso di tutti i bandi che sono disponibili per i giovani laureati.
La manovra va incontro alla piaga della disoccupazione che il Governo Letta ha cercato di combattere con il decreto occupazione, volto proprio alle figure più giovani del nostro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>