-30 milioni di posti di lavoro per la crisi

di Francesco Di Cataldo Commenta

Proprio nel giorno in cui si decide se affidare a Barack Obama il controllo degli Stati Uniti per i prossimi 2 anni, il direttore generale del..

Proprio nel giorno in cui si decide se affidare a Barack Obama il controllo degli Stati Uniti per i prossimi 2 anni, il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Kahn, davanti al Forum internazionale dello sviluppo che si e’ aperto ad Agadir, in Marocco ha affermato che negli anni della grande crisi globale che ha costretto le banche centrali a ridurre in maniera drastica i tassi di interesse nel mondo si sono persi ben 30 milioni di posti di lavoro.



Il dato è senza dubbio spaventoso, ma secondo Dominique Strauss-Kahn non c’è da spaventarsi poichè le prospettive di crescita nel mondo potranno creare ben 400 milioni di posti di nuovi posti di lavoro nei prossimi anni e questo grazie anche alle nuove tecnologie e al mondo dell’energia pulita.

Rispetto al dato fornito nel 2007, nel mondo si sono persi quasi 34 milioni di posti di lavoro e attualmente sono 210 i milioni di persone nel mondo che sono senza lavoro. Nel giro di 10 anni la prospettiva è quella di creare 400 milioni di posti di lavoro e i paesi che assorberanno gran parte di questo dato saranno le nuove economie come Cina, alle prese con un nuovo censimento e India.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>