Fondo Futuro e Liquidità, domande a partire dal 21 novembre 2017

di Fabiana Commenta

Possono essere presentate a partire dal 21 novembre 2017 le domande del Fondo regionale per il Microcredito e la Microfinanza, in particolare per le due sezioni Fondo Futuro e Sezione Speciale Liquidità Sisma.

Fondo Futuro concede piccoli finanziamenti a tasso agevolato rivolte a microimprese e a liberi professionisti che si trovino in situazioni di difficoltà di accesso al credito bancario.

La Sezione Speciale Liquidità Sisma consiste invece nell’erogazione di finanziamenti a tasso zero a copertura delle esigenze di liquidità delle imprese che operano nei 15 Comuni del Lazio che fanno parte dell’Area del Cratere Sismico.

Fondo Futuro prevede un finanziamento di 31,5 milioni di euro per finanziare progetti di autoimpiego, ma anche l’avvio di nuove imprese e la realizzazione di nuovi progetti che vengono proposti da imprese che già esistono.

Le risorse vengono erogati annualmente: sono previste 

Riserve per soggetti prioritari per fascia di età, fascia di reddito, che partecipano a progetti regionali, lavoratori svantaggiati e donne

Riserve per finanziamenti alle imprese operanti nell’Area del Cratere Sismico

Intervento operativo fino al 2023

Fondo Futuro è rivolto a microimprese già esistenti (ditte individuali, società di persone, SRL, SRLS), microimprese ancora da costituire, titolari di partita IVA che abbiamo difficoltà o impossibilità di accesso al credito bancario ordinario.

SISMA, ARRIVA LA GARANZIA DELLO STATO SUI PRESTITI

Il finanziamento prevede un compreso fra i 5.000 e 25.000 euro, che dovranno essere restituiti con tasso di interesse dell’1%, con una durata variabile, ma non superiore agli 84 mesi: sono previste anche le ammissibili le spese relative al progetto presentato, che andrà realizzato entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito.

Liquidità Sisma prevede un finanziamento di 3,2 milioni di euro destinati alla copertura al fabbisogno di liquidità delle imprese già operanti nel cratere sismico alla data del 24 agosto.

Si prevede:

Riserva per imprese operanti nel Comune di Rieti

Intervento operativo fino ad esaurimento delle risorse

È destinato alle:

microimprese (ditte individuali, società di persone e società di capitali) già esistenti al momento dell’evento sismico del 24 agosto 2016 che abbiano difficoltà o impossibilità di accesso al credito bancario ordinario.

Prevede un finanziamento per la copertura del fabbisogno di liquidità e un importo compreso tra 5.000 e 10.000 euro, a tasso zero che dovranno essere restituiti con rate mensili e durata variabile. La domanda (qui i dettagli) deve essere indirizzata direttamente i soggetti erogatori.

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>