Bando Isi INAIL 2018, domande dall’11 aprile

di Fabiana Commenta

Al via il Bando Isi INAIL 2018 che offre la possibilità di poter incentivare le imprese nella realizzazione di progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori: a partire dal giorno 11 aprile e fino al 30 maggio 2019, sarà possibile poter inoltrare le domande, solo ed esclusivamente in via telematica. 

Possono partecipare al bando le microimprese e le piccole imprese che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro purché siano caratterizzati da soluzioni innovative per limitare le emissioni  inquinanti, ridurre il livello di rumorosità, il rischio infortunistico o quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

In totale vengono messi a disposizione 369.726.206 euro suddivisi in 5 Assi di finanziamento che vengono differenziati in base ai diversi destinatari. 

Asse 1 (Isi Generalista): percepisce 182.308.344 euro ripartiti in: Asse.1.1 euro 180.308.344 euro per i progetti di investimento; Asse 1.2 euro 2.000.000 euro per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. A questo Asse accedono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane. 

Per questo Asse non è fissato il limite minimo di finanziamento. 

Asse 2 (Isi Tematica): percepisce 45.000.000 euro per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC). Possono accedere a questo asse Asse le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle Imprese o all’albo delle imprese artigiane e gli Enti del terzo settore in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018;

Asse 3 (Isi Amianto): percepiscono 97.417.862 euro per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. Beneficiarie dell’Asse sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane. 

Per gli Assi 1, 2, 3 vengono concessi finanziamenti nella misura del 65% calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibili. Il finanziamento va da un minimo di 5.000 a n massimo di 130.000 euro.

Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese): percepiscono 10.000.000 euro e possono accederci micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, in possesso dei requisiti  necessari e operanti nei settori Pesca, Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature. 

Il finanziamento in conto capitale spetta nella misura del 65% calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibil da un minimo di 2000 a un massimo di 50.000 euro. 

Asse 5 (Isi Agricoltura): percepiscono 35.000.000 euro per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi: Asse 5.1 euro 30.000.000 euro per la generalità delle imprese agricole; Asse 5.2 euro 5.000.000 euro riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria. 

Per l’Asse 5 (Asse 5.1 ed Asse 5.2) viene concesso un finanziamento in conto capitale calcolato sull’importo delle spese ritenute ammissibili, comunque non superiore a 60.000 euro e non inferiore a 1.000 euro, nella misura del 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1, il 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Tutti gli incentivi vengono concessi sotto forma di finanziamento a fondo perduto e assegnati in base all’ordine cronologico di ricezione delle domande, fino a esaurimento delle risorse finanziarie:

Le domande vengono sottoposte a tre diverse pfasi: 

  • accesso alla procedura online e compilazione della domanda sul sito INAIL da effettuarsi con i tempi e le modalità indicati dall’Avviso pubblico ISI 2018;
  • invio della domanda online da effettuarsi con i tempi e le modalità indicati dall’Avviso pubblico ISI 2018;
  • conferma della domanda online tramite l’invio della documentazione da effettuarsi nei tempi indicati nell’Avviso.

 

SMART WORKING, LE TUTELE DEI LAVORATORI INDICATE DALL’INAIL 

PHOTO CREDITS | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>