8 milioni di studenti tornano a scuola

di GianniPug Commenta

Sono circa 8 milioni gli studenti che stanno tornando sui banchi di scuola in queste ore. Il ministro dell’istruzione ha deciso di augurare loro buon anno scolastico attraverso i social. 

“Stamattina milioni di studenti celebrano il rito del primo giorno di scuola. Con quel carico di aspettative e anche di preoccupazioni che il ritorno tra i banchi porta con sé. Ai nostri ragazzi, alle loro famiglie, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola faccio i miei migliori auguri. Sarà un anno di sfide importanti e grandi responsabilità”.

Lo ha scritto il ministro Giannini rivolgendosi a 8 milioni di studenti cui, per le statistiche, si devono aggiungere almeno altre 939 mila studenti che frequentano gli istituti paritari. Le sfide dell’istruzione, comunque, garantisce il ministro, saranno affrontate con molti strumenti in più rispetto al passato per fare della scuola il vero motore di cambiamento.

La scuola, nelle idee del governo, deve diventare il fulcro di ogni comunità e per farlo deve essere aperta a tutte le realtà circostanti, alle famiglie e al territorio. Le statistiche riportano anche la classifica delle regioni con il maggior numero di studenti e buttano un occhio anche ai territori terremotati. Ecco come riassumete RaiNews tutti questi dati:

Sono la Lombardia (oltre un milione) e la Campania (quasi un milione) le regioni che contano il maggior numero di iscritti, seguite dalla Sicilia e dal Lazio, che quest’anno deve fare i conti con la distruzione lasciata dal terremoto, le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo. Per queste ultime due, le campanelle suoneranno domani, mentre nelle Marche e nel Lazio l’avvio dell’anno scolastico è previsto per giovedì 15 settembre. Ma ad Amatrice e a Cittareale, l’apertura è anticipata a martedì 13. “Un primo segnale di ritorno alla normalità per bambini e ragazzi, e per le loro famiglie”, sottolinea la Protezione Civile che fornisce il quadro degli interventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>