Cresce la fiducia del viaggiatore italiano dopo mesi di stagnazione

di Alba D'Alberto Commenta

Il turismo in crescita dopo mesi di stagnazione. Finalmente il mercato restituisce un messaggio positivo agli operatori del settore. Le stime di Confturismo che parte dai dati elaborati dall’Osservatorio e dall’Istituto Piepoli. 

Il valore dell’indice di propensione al viaggio degli Italiani registra nel mese di aprile un valore di 60 punti, in crescita rispetto agli ultimi mesi, infatti per la prima volta da novembre scorso, cresce la fiducia dei viaggiatori e si raggiunge il livello pre-attentati di Parigi. Resta alta invece la paura che l’Italia possa essere un possibile obiettivo di nuovi attacchi terroristici di matrice islamica, ma più importante per gli italiani è che l’economia italiana possa ritornare a correre. Nel mese di Aprile la quota di persone propense a viaggiare nel breve periodo risulta del 6 per cento superiore a quella registrata nel mese di marzo. Rimane invece elevata la preoccupazione per la situazione socio-economica del nostro paese dato che il saldo tra ottimisti e pessimisti è negativo per 23 punti percentuali.

Probabilmente le incertezze anche sul sistema bancario possono avere influenzato negativamente questa percezione. L’Italia ha un grande potenziale turistico, ma spesso le Amministrazioni locali non riescono a sfruttarlo. Per lo sviluppo del turismo nel nostro Paese la quasi totalità degli intervistati ritiene fondamentale il miglioramento del servizio di trasporto pubblico all’interno delle città e dei luoghi di destinazione. Una gestione non all’altezza del trasporto pubblico pregiudica dunque lo sviluppo turistico. In questo clima, caratterizzato da livelli di incertezza ancora sopra la media, si riduce la durata media dei viaggi previsti per il prossimo trimestre. Il numero medio di notti per viaggio diminuisce infatti rispetto ad aprile del 2015 del 7 per cento, arrivando a 3,9 notti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>