Sopravvenienze: le insussistenze

di Giuseppe Aymerich Commenta

L’ultimo caso di rilievo è quello di un sottogenere di sopravvenienze: le insussistenze. Si parla di insussistenza quando..

L’ultimo caso di rilievo è quello di un sottogenere di sopravvenienze: le insussistenze. Si parla di insussistenza quando si scopre che un elemento presente in contabilità nella realtà non esiste o ha un valore minore.

Per esempio, il contante nella cassa di un supermercato ha un valore diverso da quello contabilizzato, magari generato da tanti piccoli arrotondamenti: la differenza, se negativa per la società, è un’insussistenza passiva (se è positiva, si parla più genericamente di sopravvenienza attiva).

Ma il caso più importante di insussistenza si ha quando si scopre che c’è stato un furto, di denaro o di altri beni dell’impresa.


Dal punto di vista contabile, la rilevazione di una sopravvenienza non genera grossi problemi: alla data in cui essa emerge, la si registra in partita doppia e la questione si chiude lì.
Ben diverso, e problematico, è invece l’aspetto fiscale. Salvo alcune eccezioni rarissime, le sopravvenienze attive sono sempre imponibili: il principio è quello per cui se una quota di reddito era sfuggita alla tassazione a suo tempo, verrà tassata oggi che se ne è venuti a conoscenza.

Ma il discorso non fila altrettanto liscio per le sopravvenienze passive: esse si possono dedurre dal reddito solo quando si scopre l’inesistenza di un provento già tassato in un esercizio precedente o si ha un’insussistenza nell’attivo.


In tutti gli altri casi, esse sono indeducibili: questo per evitare che il contribuente possa giocare con costi che scompaiono e riappaiono da un anno all’altro a seconda delle esigenze.
È per questo che in sede di redazione del bilancio occorre essere molto attenti e sforzarsi di individuare tutti i costi di competenza. Se ci si ricorda troppo tardi di una fattura in arrivo, contabilmente si rileverà una sopravvenienza passiva ma fiscalmente il costo sarà irrimediabilmente indeducibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>