Rottamazione Ter, aumenta il numero delle rate

di Fabiana Commenta

Aumenta da 10 a 18 il numero delle rate per chi ha aderito alla Rottamazione Ter: i pagamenti restano distribuiti su cinque anni, ma i versamenti saranno di importo minore come prevede un emendamento al Decreto Fiscale approvato in commissione Finanze al Senato. 

La rottamazione ter prevedeva già una rateazione più favorevole pari a 5 anni rispetto alle precedenti definizioni agevolate 2017 e 2018.

Con la rottamazione ter è possibile sanare le cartelle esattoriali affidate all’agente della riscossione fra il 2000 e il 2017. Si dovrà pagare per intero l’imposta originariamente dovuta, ma con uno sconto sulle sanzioni e gli interessi di mora.

L’emendamento approvato prevede due rate annuali, dieci in totale che passano adesso a 18: due dovranno essere pagare nel 2019de valore di un importo pari al 10% dell’importo totale dovuto, entro il 31 luglio ed il 30 novembre. 

L’80% della somma definita attraverso la rottamazione, verrà distribuita in 16 rate, di pari importo con le scadenze fissate al a 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ogni anno. Prevista anche l’introduzione di una sanatoria sugli errori formali che non comporta la riduzione della tassa dovuta, ma che potranno essere regolarizzati pagando una multa di 200 euro per ciascun periodo di imposta e viene anche prevista la cancellazione dello scudo sui capitali non dichiarati che originariamente consentiva di sanare fino a 100mila euro di imponibile non dichiarato all’anno. 

Oltre all’introduzione di un maggior numero di rate per regolarizzare la propria posizione è prevista anche la sanatoria per i tributi locali.

ROTTAMAZIONE TER, ARRIVANO I MODULI 

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>