Conto corrente base a costo zero, cresce l’inclusione delle famiglia

di Fabiana Commenta

A due mesi di distanza dalla sua introduzione, i primi risultati positivi si vedono: il conto corrente base a costo zero ha accresciuto l’inclusione finanziaria di famiglie e pensionati come conferma l’ABI. Gli effetti positivi si vedono soprattutto perché le soglie di reddito introdotte sono riuscite ad ampliare la platea dei beneficiari. 

Il conto corrente base a costo zero è stato introdotto con decreto del MEF il 20 giugno per attuare la direttiva europea sul conto corrente europeo di base e si rivolge a una platea dei soggetti che utilizzano forme di pagamento tracciabili per essere riservato alle fasce più deboli della popolazione, famiglie a basso reddito, i pensionati e chi vive in provincia. 

Possono richiedere il conto corrente base a costo zero i pensionati con assegno INPS non superiore ai 18 mila euro lordi annui, le famiglie con ISEE inferiore agli 11.600 euro, tutti i consumatori che soggiornano legalmente in uno Stato membro dell’Unione europea, ma anche i consumatori senza fissa dimora e i richiedenti asilo.

Ma quali sono le caratteristiche del conto corrente a costo zero? Il conto corrente base è a costo zero e non prevede le i costi tradizionali degli altri conti come l’imposta di bollo e commissioni varie per le operazioni. È previsto solo un costo unico low cost, ma le operazioni sono in numero limitato. 

I titolari potranno effettuare altre operazioni sostenendo il pagamento delle spese aggiuntive. Il bancomat è previsto ed è gratuito e operazioni illimitate entro il previsto plafond.

Il conto corrente prevede infatti operazioni di addebito diretto (Sepa) in Italia e nella Zona Euro in numero illimitato, 36 operazioni di bonifico ricevuto all’anno (per pensioni o stipendi) e 6 bonifici effettuabili per pagamenti ricorrenti come le bollette che sono 12 l’anno.  

Per il contante son previsti gratuitamente 12 versamenti che potranno in un anno solare e 6 i prelievi di contante da sportello. Il conto base prevede poi una comunicazione sulla trasparenza e 4 invii di estratti conto e informative periodiche. 

 

CONTO CORRENTE GRATUITO, CHE COS’È

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>