Ecco le misure del pacchetto sviluppo per la ripresa

di Alba D'Alberto Commenta

Insieme alle spese inderogabili, il governo presenta un pianto da 20 miliardi di euro in totale, per far salire il PIL nel prossimo anno, il 2015, ad uno 0,6 per cento.

Mancano solo pochi giorni al varo della legge di Stabilità. Ma anche se la situazione è negativa e i dati economici sono peggiori del previsto, in particolare quelli del PIL, il prodotto interno lordo, il governo non si fa intimidire, perché è già pronto un pacchetto di misure e di interventi per rispondere e resistere al nuovo colpo di coda della crisi. Arriva nero su bianco il pacchetto sviluppo per stimolare la crescita e la ripresa. 

Se la recessione ancora tiene in scacco il paese e i dati mostrano valori peggiori di quelli della crisi del 1929, l’epoca della grande recessione, la risposta è un piano di misure da circa 12,5 miliardi di euro, risorse che toccheranno anche diverse aree produttive del paese.

Il fatturato dell’industria cala dell’1,3 per cento a luglio 2014 in Italia

All’interno del pacchetto sviluppo, le misure di pronto intervento messe in campo da subito saranno le seguenti:

  • il rinnovo dell’erogazione del bonus da 80 euro in busta paga anche nel 2015
  • un finanziamento da 2 miliardi per le imprese che potrebbe indirizzarsi in un nuovo taglio dell’Irap o in un intervento sugli oneri sociali
  • un miliardo e mezzo per il rifinanziamento del sussidio di disoccupazione, che interesserà 1,3 milioni di precari
  • un miliardo di risorse per la stabilizzazione degli insegnanti precari e la sistemazione degli edifici scolastici
  • un miliardo di risorse per i Comuni in deroga al patto di Stabilità.

Il 2014 sarà un anno di recessione in Italia per Confindustria

Insieme alle spese inderogabili, quindi, il governo presenta un pianto da 20 miliardi di euro in totale, per far salire il PIL nel prossimo anno ad uno 0,6 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>