Dati fiscali del 2007

di Giuseppe Aymerich Commenta

Il Dipartimento delle Finanze ha reso noti i dati ricavati dalle dichiarazioni inviate nel 2007 e riferite all’anno precedente..

fisco-2007

Il Dipartimento delle Finanze ha reso noti i dati ricavati dalle dichiarazioni inviate nel 2007 e riferite all’anno precedente. Ecco alcune informazioni che ne sono emerse.
I contribuenti IRPEF sono stati oltre quaranta milioni, con un reddito dichiarato superiore del 5,7% rispetto all’anno precedente.

Uno su quattro, però, riportava un reddito così basso o comunque azzerato da deduzioni e detrazioni, che di fatto non aveva imposte da pagare. Considerando solo i restanti tre quarti, si calcola un’imposta media pari a 4.480 euro pro-capite.


Il reddito medio, invece, si attesta a 18.324 euro. Rispetto all’anno precedente il Sud e le Isole hanno registrato un incremento del 6,5%, ma il reddito medio dei residenti nel Meridione è comunque inferiore del 20% rispetto alla media nazionale.


Circa il 78% dei redditi dichiarati derivano da lavoro dipendente e parasubordinato o da pensione, mentre il restante 22% deriva da ogni altra fonte (redditi fondiari, di capitale, da lavoro autonomo, d’impresa, redditi diversi).

Il 35% dei contribuenti dichiara un reddito inferiore ai diecimila euro, mentre oltre il 58% si attesta fra i 10.000 e i 40.000 euro. Solo il 2% arriva a settantamila euro, e solo lo 0,9% arriva oltre la soglia dei centomila.

Emerge inoltre che il 10% dei contribuenti (i più fortunati) da soli contribuiscono per il 51% del gettito IRPEF.

I soggetti sottoposti all’IRES sono invece oltre 960.000, l’85% dei quali SRL (quasi tutte di piccola o piccolissima dimensione). L’IRES mediamente versata ammonta a 56.000 euro. Si nota un deciso incremento (+10,4%) delle società aderenti alla tassazione consolidata di gruppo.

Le dichiarazioni IVA, infine, sono state 5,8 milioni, due terzi delle quali provenienti da persone fisiche (professionisti e imprenditori individuali); il 73% opera nell’ambito dei servizi.
Addirittura il 10% dell’imposta totale proviene dal settore dell’energia.

Rispondi