Contributi fondo perduto per la formazione in azienda

di Filadelfo Scamporrino Commenta

La misura è riservata a coloro che sono residenti nella Regione Sardegna ed hanno un’età pari a minimo 26 anni che sale a 30 se si è laureati.

Attivare ben 3.200 tirocini formativi in azienda grazie ad uno stanziamento di quasi 10 milioni di euro, 9,6 milioni per l’esattezza. Succede nella Regione Sardegna dove l’Amministrazione punta con la concessione di contributi a fondo perduto, con la formula dei voucher, ad agevolare l’inserimento dei giovani in azienda con l’obiettivo che poi il rapporto tra il lavoratore e l’impresa si possa magari stabilizzare attraverso la stipula di un contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato.

Nel dettaglio, la misura è riservata a coloro che sono residenti nella Regione Sardegna ed hanno un’età pari a minimo 26 anni che sale a 30 se si è laureati. Grazie ai fondi stanziati, il tirocinante potrà acquisire competenze in virtù della sua presenza in azienda a fronte del percepimento di un voucher mensile pari a 500 euro per un periodo di sei mesi.



LAVORO E FORMAZIONE CONTINUA

Per agevolare la presentazione delle domande per i tirocini con i voucher, è stata predisposta online un’apposita vetrina attraverso il sito Internet www.sardegnatirocini.it dal quale è possibile acquisire informazioni sulle procedure. Le domande, in particolare, vanno presentate solo ed esclusivamente online a partire dalla data dell’1 dicembre scorso.

VOUCHER INNOVAZIONE E BREVETTI EUROPEI

I tirocini formativi in azienda, promossi attraverso la formula del voucher, rientrano tra le politiche attive per il lavoro messe a punto dalla Regione Sardegna in questi ultimi mesi; tra le altre misure ricordiamo quelle per il microcredito, per l’apprendistato, ma anche per i piani di inserimento professionale, i cosiddetti Pip, l’auto-impresa e l’alta formazione.

Rispondi