Incentivi giovani agricoltori al primo insediamento

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Via libera alla ripartizione delle risorse grazie ad un'apposita delibera approvata dalla Giunta della Regione Toscana.

Mercoledì prossimo, 11 gennaio del 2012, nella Regione Toscana sarà pubblicato un Bando che mette in campo quasi 30 milioni di euro di risorse a favore dei giovani imprenditori agricoli che, al primo insediamento nel settore, hanno intenzione di avviare l’attività.

Trattasi, in accordo con quanto reso noto dall’Amministrazione regionale, di una misura che rientra in “Giovanisì”, il programma a sostegno del lavoro e dell’occupazione giovanile messo a punto nei mesi scorsi, e che per il 2012, per l’agricoltura, ha già portato alla ripartizione delle risorse grazie ad un’apposita delibera approvata dalla Giunta.



FINANZIAMENTI FILIERA CORTA COMMERCIO AGRICOLO

Secondo quanto messo in risalto da Gianni Salvadori, Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana, l’Amministrazione stima che a valere sul 2012, ed in ragione del controvalore dell’investimento medio in agricoltura presentato dai giovani, potranno essere soddisfatte con il Bando da un minimo di 200 ad un massimo di ben 600 domande. Nel rispetto dei requisiti richiesti, i giovani agricoltori devono presentare la domanda di accesso ai fondi stanziati ad Artea, dal sito Internet www.artea.toscana.it a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del Bando sul Bollettino ufficiale della Regione.

CONTRIBUTI FONDO PERDUTO PER LO SVILUPPO RURALE

Il giovane imprenditore, tra i requisiti richiesti, deve avere minimo 18 anni compiuti, e massimo 40 anni non compiuti. In ragione del piano di investimenti in agricoltura presentato, sono previsti premi di primo insediamento da un minimo di 20 mila ad un massimo di 40 mila euro. I fondi, come sopra detto, sono stati già ripartiti a tutte le Province della Regione Toscana; ad esempio, a Siena vanno 4,3 milioni di euro, 3,3 milioni di euro ad Arezzo, 3,08 milioni a Pistoia e 2,98 milioni a Firenze.

Rispondi