dl fisco, agenzia, fisco

Modello 730, come stampare il modello editabile 

Anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate offre la possibilità  poter stampare il modello 730 in formato “editabile“ che consente di poter compilare direttamente in via digitale la propria dichiarazione. Non appena sarà  stata compilata, sarà  poi possibile stamparla direttamente dal pc e consegnarla direttamente al CAF entro le date previste. 

dl fisco, agenzia, fisco

Per la stampa e la lettura èsufficiente l’installazione sul proprio pc del software per la lettura e la stampa di documenti in formato pdf. 

Mercato pubblicitario in buona salute

Si conferma un buon periodo per il comparto della pubblicità : a luglio 2010, infatti, si èregistrato un incremento del fatturato del 4,9% rispetto a gennaio, mentre, nel confronto con il luglio precedente, la crescita arriva all’8,4%. Alimentari e bevande guidano la classifica dei prodotti che maggiormente stimolano la domanda di pubblicità .

Stampa dei libri contabili entro il 31 dicembre

digitalizzazione-dei-libri-sociali

Ormai solo le microaziende o i piccoli professionisti con modesto volume d’affari mantengono la propria contabilità  su registri a tenuta manuale. La stragrande maggioranza degli appartenenti al “popolo delle partite IVA”, infatti, utilizza appositi e spesso sofisticati software di contabilità  utili a digitalizzare i libri sociali e i registri contabili.

Per chi tiene la contabilità  manuale, la legge fissa date precise entro cui ogni operazione deve essere registrata (per le scritture nel libro giornale, ad esempio, la scadenza èdi sessanta giorni); i medesimi termini devono essere rispettati anche nell’inserimento dei dati nell’eventuale software contabile.

Ripresa della pubblicità , ancora in attesa

magazine

Il 2009 èstato un anno nero per gli investimenti pubblicitari all’interno dei diversi mass-media. Nulla di sorprendente, in realtà , se si parte dal presupposto che la crisi ha investito un po’ tutti i comparti dei consumi e dunque, di riflesso, anche il mondo dell’advertisement che sulle fortune dei consumi fa necessariamente leva.

Le stime pi๠recenti parlano, per i dodici mesi ormai in conclusione, di una riduzione complessiva degli investimenti pubblicitari del 12,5%: una cifra altissima, che ha messo ancor pi๠in crisi quei media che di pubblicità  sopravvivono, come i quotidiani e le riviste.