Compensazione bonus Renzi 80 euro con F24, come funziona

àˆ tempo di dichiarazioni, ma come effettuare la compensazione del bonus Renzi da 80 euro? Dopo le incertezze degli ultimi giorni, le risposte sono arrivate dalla comunicazione dell’Agenzia delle Entrate.

La compensazione dei crediti che derivano dal bonus Renzi 80 euro (in busta paga) e i rimborsi da dichiarazione dei redditi mediante modello 730 non richiedono necessariamente l’uso dei servizi telematici di AdE Entratel/Fisconline, ma potranno essere effettuati attraverso il modello F24. 

Chiedere rimborso IVA (III)

rimborso-iva-3

Si èaccennato al fatto che i crediti IVA che si formano nel corso delle liquidazioni periodiche non possono utilizzati che in compensazione nei calcoli del periodo successivo.

In realtà , questa regola generale trova un’eccezione a favore di due categorie di imprenditori. I primi sono coloro che operano in maniera elevata nell’import-export: poichè le cessioni all’esportazione sono operazioni non imponibili mentre le importazioni lo sono, l’imprenditore ècostretto a versare continuamente l’IVA ai suoi fornitori e a non riceverne dai suoi clienti, trovandosi costantemente a credito con tutti i problemi di liquidità  che ne seguirebbero.

Chiedere rimborso IVA (II)

rimborso-iva-2

Solitamente la dichiarazione IVA ècompilata verso febbraio o marzo, poichè in genere già  allora si dispone di tutti gli elementi necessari e anche perchè, in caso di saldo a debito, esso va versato entro il 16 marzo.

Tuttavia, poichè il debito puಠessere versato anche in ritardo di qualche mese aggiungendo gli interessi e la scadenza per l’invio della dichiarazione èdi molto successivo (quest’anno èil 30 settembre), puಠanche capitare che l’accertamento del saldo IVA avvenga diversi mesi dopo.

Chiedere rimborso IVA (I)

rimborso-iva-1

Il meccanismo dell’IVA, fondato – come scrivono tutti i manuali – sul principio della “detrazione di imposta da imposta”, determina che spesso e volentieri l’imprenditore o il professionista si ritrova a vantare un credito.

In generale, chi vanta un credito d’imposta puಠscegliere se chiederlo a rimborso o conservarlo per compensarlo con altri debiti. Ma proprio perchè i crediti in materia di imposta a valore aggiunto sono cosଠnumerosi e frequenti, il legislatore ha preferito adottare in questo ambito una serie di cautele per evitare che possano esserci abusi.