Salone della Giustizia: lavoro e reddito di cittadinanza temi della prima giornata

di Redazione Commenta

Salone della Giustizia Roma lavoro reddito di cittadinanza

La decima edizione del Salone della Giustizia, aperta dal saluto del suo presidente Carlo Malinconico, ha acceso i riflettori su temi molto cari all’opinione pubblica e strettamente connessi con la Giustizia, come il lavoro e il reddito di cittadinanza.

“Senza reddito e senza lavoro, nessuna politica di redistribuzione è sostenibile”, ha osservato Barbara Pontecorvo, del Comitato scientifico del Salone.

Per Brunetto Boco, segretario generale del sindacato UILTuCS, e Marco Bentivogli, segretario generale FIM-CISL, “la risposta alla povertà è il lavoro”, che vuol dire investire anche in innovazione tecnologica e formazione.

L’amministratore delegato e Presidente di Enel Italia, Carlo Tamburi si è soffermato sul futuro delle energie rinnovabili. “Il mondo dell’energia elettrica – ha detto – va verso la decarbonizzazione e verso l’inserimento delle energie rinnovabili. Enel ha intravisto questa potenzialità con largo anticipo rispetto alla concorrenza e oggi siamo i più grandi produttori al mondo di energie rinnovabili. Abbiamo anche creato una nuova divisione importante, Open Innovability che coniuga innovazione e sostenibilità.”

L’ad di Enel ha anche anticipato che il gruppo che guida nei prossimi anni farà investimenti di circa 27-28 miliardi di euro di cui 7,2 in Italia. Si tratta di investimenti sulla rete di energie rinnovabili senza dimenticare la “formazione del personale interno”.

“L’Italia non cresce – ha concluso Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – e produce disuguaglianze. Il numero di cittadini italiani che partecipano alla crescita del paese è troppo basso e decrescente”. non ci sono altri agenti di uguaglianza diversi dal lavoro”.

Questa edizione sarà in diretta streaming sul sito ufficiale IUS101.IT. Il programma completo del convegno è disponibile su www.salonegiustizia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>