Vietato dal CCNL? Il lavoro intermittente è illegittimo

di Alba D'Alberto Commenta

Ci sono dei casi in cui il lavoro intermittente o a chiamata non può essere usato quale forma contrattuale. In questi casi risulta illegittimo riferirsi a tale contratto. 

I divieti espressamente previsti dal legislatore per questa tipologia contrattuale e disciplinati dall’articolo 14 del Decreto legislativo n. 81/2015 sono i seguenti:
  • per sostituire lavoratori che esercitano il diritto di sciopero;
  • presso unità produttive nelle quali si è proceduto, entro i 6 mesi precedenti, a licenziamenti collettivi (articoli 4 e 24 della legge 23 luglio 1991, n. 223), che hanno riguardato lavoratori adibiti alle stesse mansioni cui si riferisce il contratto di lavoro intermittente;
  • presso unità produttive nelle quali è operante una sospensione del lavoro o una riduzione dell’orario, in regime di cassa integrazione guadagni, che interessano lavoratori adibiti alle mansioni cui si riferisce il contratto di lavoro intermittente;
  • ai datori di lavoro che non hanno effettuato la valutazione dei rischi in applicazione della normativa di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, in particolare l’articolo 28 del Decreto legislativo n. 81/2008.

Il ministero del lavoro con la nota n. 18194 del 4 ottobre 2016 ha fornito dei chiarimenti rispetto all’uso del contratto intermittente. Ha fatto presente che non è possibile ricorrere a questa tipologia contrattuale se il contratto è vietato dalla contrattazione collettiva di categoria. A meno che non ci sia un’individuazione precisa delle esigenze produttive.

Il ministero ha fatto tutti i chiarimenti a seguito d una richiesta di parere della Direzione territoriale del lavoro di Trieste e Gorizia, spiegando che se manca l’individuazione delle ragioni e delle esigenze produttive, è illegittimo fare ricorso a questa tipologia di contratto vietata sia dal CCNL sia dalle parti sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>